Biscotti del Lagaccio
Squisiti: scopri la ricetta!

0 0
Biscotti del Lagaccio

Condividi sul tuo social network:

Oppure puoi copiare e condividere questo indirizzo url

Ingredienti

350 g farina di chufa fine puoi sostituirla con farina di quinoa
200 g farina di mandorle
450 ml acqua tiepida
100 g burro vegetale per dolci
15 g farina di bucce di psillio
50 g zucchero semolato
25 g lievito di birra fresco
3 cucchiai semi di finocchio anche semi di anice o anice stellato
7 g lecitina di soya
2 g sale fino

Quante volte a settimana

colazione/snack
1 volta a settimana

Aggiungi questa ricetta ai preferiti

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Caratteristiche:
  • gruppo 0
  • gruppo A
  • gruppo AB
  • gruppo B
  • senza glutine
  • senza lattosio
  • senza semi
  • senza uova

Un fantastico biscotto per le tue colazioni leggermente dolci.

  • 1 ora e 20 minuti + lievitazioni
  • Porzioni 40
  • Media

Ingredienti

Introduzione

I biscotti del Lagaccio sono delle specie di fette biscottate golosissime, che mangiavo spesso a colazione prima di abbracciare la cucina dei gruppi sanguigni. Ho voluto rifarli con le farine e gli ingredienti che ora posso utilizzare, e sono venuti buonissimi!

Perché i biscotti del Lagaccio si chiamano così?
Per chi abita è genovese è facile intuirlo: arrivano dall’omonimo quartiere. La loro storia è interessante, come di tutti i piatti della tradizione.
La ricetta dei biscotti del Lagaccio è antica: nascono nel ‘500, in un forno collocato nei pressi del lago artificiale del Lagaccio (ora prosciugato) voluto da Andrea Doria. Come molti dei biscotti secchi o delle gallette nati a Genova, anche i biscotti del Lagaccio – squisito incrocio tra il dolce e il salato – erano pensati per la conservazione sulle navi, per i lunghi viaggi di pescatori e marinai.
Alla scuoladicucinagrupposanguigno, li abbiamo realizzati con farina di chufa:

La Chufa, questa sconosciuta

Tuttavia puoi sostituirla con farina di quinoa. Il risultato in questo caso sarà simile.

Il composto dei biscotti del Lagaccio contiene una piccola percentuale di zucchero semolato, 50 g su 46 pezzi, ovvero poco più di 1 g a pezzo. Se non metti lo zucchero, non saranno “leggermente dolci” e soprattutto non ti garantisco una lievitazione alveolata come nella ricetta che ti propongo.

I biscotti del Lagaccio sono così buoni perché contengono burro, non utilizzare l’olio, otterresti un prodotto molto secco e non ben alveolato, che non ha niente a che fare con questi celebri biscotti. Qui la facile ricetta per realizzare il burro vegetale per dolci:

Burro vegetale per dolci

I biscotti del Lagaccio hanno un inconfondibile profumo di anice o semi di finocchio (io ho utilizzato questi ultimi). Puoi anche usare anice stellato in polvere (incredibilmente profumato). Puoi anche aggiungere 1 cucchiaio di liquore all’anice.

Si conservano fino a 15 gg in vasi di vetro (se li hai fatti seccare perfettamente in forno).

In questo video, puoi vedere i primi passaggi:

(Visited 2.067 times, 1 visits today)

Fasi di lavorazione

1
Fatto
10 minuti

prepara l'impasto

Mescola la farina di chufa con quella di mandorle, lo psillio e il sale. Trita con un macinaspezie la lecitina e frullala con l'acqua . Stemperaci dentro il lievito, unisci lo zucchero e lascia attivare per 5 minuti, poi aggiungi il burro vegetale ammorbidito e frulla ancora. Amalgama le farine con la parte liquida e i semi di finocchio nell'impastatrice a foglia, fino ad ottenere un composto morbido.

2
Fatto
40 minuti circa

fai la prima lievitazione

Fai lievitare coperto per circa 40 minuti.

3
Fatto
5 minuti

sagoma i panetti e fai la seconda lievitazione

Riprendi l'impasto e crea 4 filoncini che disporrai su una teglia rivestita di carta forno unta con burro, ben distanziati. Lascia lievitare ancora 50 minuti circa.

4
Fatto
50 minuti circa

cuoci i panetti

Cuoci i filoncini a 170°C per circa 50 minuti. Lascia raffreddare su una gratella.

5
Fatto
1 ora circa

fai biscottare i lagacci

Taglia i filoncini raffreddati a fette diagonali alte 2 cm. Disponili di nuovo sulla teglia con carta forno unta e fai seccare in forno a 120°C per circa 1 ora o più girandoli a metà tempo. Devono essere ben secchi.

SaraGiulia

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, usa il form sottostante per scrivere la tua recensione
precedente
Maccheroncini alla carbonara vegetale
successiva
Sedanini di pasta di legumi con salmone, asparagi e zucchine

Aggiungi commento

Translate »