Faraona arrosto con radici
Un piatto squisito per la domenica dei gruppi 0 e A.

0 0
Faraona arrosto con radici

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredients

Adjust Servings:
per la faraona
1 faraona ruspante
70gr bresaola di manzo solo gruppo 0, gruppo A puoi mettere olive verdi
50gr scalogno
1 spicchio aglio
2 rametti rosmarino
2 rametti timo
2 foglie alloro
150ml vino bianco secco
50ml marsala secco
2 dl brodo vegetale
30gr olio di vinacciolo
un pizzico pepe nero a mulino no gruppo A
un pizzico sale fino
per le radici
500gr radici di soncino
20gr olio di vinacciolo
un pizzico sale fino

Nutritional information

pranzo
cena
occasioni speciali

Bookmark this recipe

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Features:
  • Diabete
  • gruppo 0
  • gruppo A
  • Perdi Peso
  • senza amidi
  • senza frutta secca
  • senza glutine
  • senza lattosio
  • senza semi
  • senza uova
  • senza zucchero

La faraona arrosto, cottura lenta, climi invernali, un piatto perfetto per le occasioni speciali dei gruppi 0 e A.

  • 2 ore e mezza
  • Serves 4
  • Medium

Ingredients

  • per la faraona

  • per le radici

Directions

Share

La faraona arrosto con radici è un piatto sontuoso, per le occasioni speciali dei gruppi sanguigni 0 e A.

Ecco un esempio di cottura arrosto in casseruola: la faraona. Ho avuto per le mani una faraona di voliera, allevata con mangimi d’eccellenza; un animale bellissimo, a cui ho tagliato testa e zampe onorandola e ringraziandola per essere capitata sul bancone della mia cucina. Faccio così con tutti gli alimenti che lavoro, carni, pesci, ortaggi, farine, grassi. Tutto è da trattare nel massimo rispetto per me. Alcune volte non sono proprio dell’umore giusto ed è occasione di stop terapeutico: qualsiasi alimento va trattato con amore e rispetto, senza giudizio, senza rabbia .Un piatto di carni cucinato con amore e rispetto, energeticamente e nutrizionalmente sarà certamente migliore ( e anche più buono) di un piatto di orzo e verdure cucinato con rabbia verso chi cucina gli animali. D’altro canto un piatto a base di maiale cucinato con sfida arrogante verso chi non mangia gli animali sarà certamente qualcosa di indigesto. So di poter suscitare polemiche e diatribe varie su queste dinamiche, eppure è così, è qualcosa di non opinabile e verificabile quando stai assaporando i piatti. Sono a favore dell’arricchimento e dell’abbondanza, e dell’interazione delle varie discipline culinarie ed etiche.

Al posto della pancetta, con cui si barda di solito la faraona, per donarle morbidezza, visto che è una carne magra (sotto al pelle), ho utilizzato bresaola di manzo. Tu gruppo A non metterla ovviamente, anzi metti delle olive verdi senza nocciolo, ci staranno benissimo.

Se vuoi che venga come nella foto, bella caramellata, morbidissima, devi avere pazienza: cuocerla per due ore abbondanti sul focherello del caffè…..fidati.

L’ho accostata a radici amare di soncino , che bilanciano la dolcezza delle carni sfumate con il Marsala. Come tutte le verdure amare, fanno benissimo, sono dei veri spazzoloni per le tossine, spesso consigliate dal dr Mozzi.

(Visited 752 times, 1 visits today)

Steps

1
Done
15 minuti

prepara la faraona

Brucia sul fornello le eventuali penne rimaste attaccate alla faraona e strappa le punte con una pinza da pesce (questa la trovi solo nei negozi specializzati). Trita l'aglio e lo scalogno. Trita a parte le erbe aromatiche, lasciando l'alloro intero. Taglia la bresaola a cubetti, se ne fai uso, oppure taglia le olive a lamelle.

2
Done
2 ore

cuoci la faraona

In una casseruola che la contenga senza lasciare molto spazio attorno, fai cuocere la bresaola nell'olio per un paio di minuti. Poi introduci la faraona, e falla rosolare su tutti i lati, continuando a girarla, a fuoco medio. Ora sfuma con vino bianco e marsala. Fai asciugare e unisci il trito di scalogno e aglio , l'alloro e un mestolo di brodo, abbassando il fuoco al minimo dei minimi. Continua a irrorare con il brodo, non appena vedi che asciuga, mantenendola incoperchiata. Dopo circa 1 ora aggiungi il trito aromatico e prosegui la cottura, sempre a fuoco bassissimo, per un'altra oretta, regolando di sale e pepe.. Quando senti le carni morbide, togli il coperchio e fai caramellare da tutti i lati.

3
Done
15 minuti

preparara le radici amare

Monda e sbuccia le radici con il pelapatate (le mie sono piccolissime, regalo prezioso del pusher di verdure, Agostino, colte direttamente dal suo orto meraviglioso). Tagliale a filetto per il lungo e falle brasare a fuoco medio con un velo d'olio caldo, nel wok, regolando di sale e pepe e aggiugendo un mestolo di brodo.

SaraGiulia

Recipe Reviews

There are no reviews for this recipe yet, use a form below to write your review
previous
Tagliata di manzo in salsa di melagrana
next
Tartare di manzo alla melagrana
previous
Tagliata di manzo in salsa di melagrana
next
Tartare di manzo alla melagrana

4 Comments Hide Comments

Caio Lorenzo, tecnicamente quando versi un liquido sul bordo stai deglassando il fondo. Per sfumare puoi versare direttamente sulla preparazione (carne, pesce, verdure….).

Mmh allora ho un’altra domanda: come fa il vino a evaporare se l’ho versato sulla carne? Non prendermi per un salutista esasperato, sono solo curioso ^^’

Evapora la frazione alcoolica del vino, rimangono i sentori, e la componente acida, che reagiscono alle carni, dando profumo e smollano le fibre dei muscoli.

Add Your Comment

Translate »