Buccateddi modicani
Squisiti panzerottoni siciliani!

0 0
Buccateddi modicani

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url
Features:
  • gruppo 0
  • gruppo A
  • gruppo AB
  • gruppo B
  • senza frutta secca
  • senza glutine
  • senza semi
  • senza zucchero

Sono panzerottoni al forno, friabili, con succulenti ripieni variati, da famiglia a famiglia.

  • 1 ora e 10 + riposo
  • Serves 8
  • Medium

Ingredients

  • per il lievitino

  • per l'impasto

  • per il ripieno

Directions

Share

I buccatedi modicani sono degli squisiti panzerottoni che si fanno al forno, con vari ripieni.

I “Buccateddi” sono un tipico piatto della tradizione modicana. Si chiamano così perché il nome prende assonanza dal verbo ” abbuccare” cioè a rovesciare qualcosa e in questo caso rovesciare la pasta della focaccia in modo da creare questo grosso panzarotto.  Di solito si usano fare ogni volta che si fa il pane in casa, infatti la pasta che si usa per realizzarli è quella del pane a cui viene aggiunto un po di strutto per renderla molto più friabile. Si preparano tutto l’anno e in base al periodo cambia il ripieno, infatti si usano soprattutto per la cena della vigilia di Natale  o per Pasqua, fatti con un ripieno di broccoli e salsiccia, o baccalà e patate.  Sono un delizioso antipasto rustico, ma anche un gustoso secondo.

Naturalmente noi della scuola di cucina li abbiamo voluti rifare, utilizzando farina di miglio come base, con un goloso ripieno di peperoni, pomodoro, olive e formaggio di capra semitagionato….una delizia.

Qui ti proponiamo altri ripieni

zucca cotta in forno + prosciutto di tacchino + funghi chempignon saltati in padella

broccoli/spinaci/biete spadellate con aglio e olio

ricotta e olive verdi

baccalà cotto 5 minuti in padella pomodoro e olive

Abbiamo sostituito lo strutto della ricetta originale dei buccateddi modicani, con la nostra margarina artigianale, qui la facilissima ricetta

Margarina all’olio extravergine

La farina di miglio termotrattata in forno 3 ore a 90°C è moltomeno amarognola e più digeribile.

(Visited 1.210 times, 1 visits today)

Steps

1
Done
30 minuti

prepara il lievitino

Stempera o sciogli il lievito in 200 ml di latte di soia/acqua, aggiungi gli 80 g di farina di miglio, mescolando bene. Copri con pellicola il lievitino e lascialo crescere in luogo caldo e riparato per 30 minuti

2
Done
2 ore circa

prepara l'impasto

Nel frattempo mescola la farina di miglio restante (400 g) con quella di psillio e il sale. Frulla la lecitina nel latte di soia rimasto (350 ml), poi aggiungi anche la margarina, frullando.
Quando il lievitino si è gonfiato, versaci dentro l'altra parte liquida, quindi versa la miscela liquida nella farina e amalgama, in planetaria con la foglia. Deve risultare un impasto piuttosto morbido, tuttavia lavorabile con le mani. Lascia lievitare 1 ora in una grossa ciotola coperta con pellicola, in luogo riparato. Riprendi l'impasto e dividilo in 5 palle che appiattirai a cerchio.

3
Done
20 minuti

prepara il ripieno

Monda e taglia i peperoni a striscioline. Monda e taglia le cipolle al velo. Fai brasare i peperoni e le cipolle in un velo d'olio caldo, regolando di sale, per qualche minuto. Quando sono appassiti sfumali con qualche goccia di acidulato di umeboshi. Aggiungi la salsa di pomodoro, l'origano e il pepe di cayenna. Fai asciugare e aggiungi le olive e il basilico spezzettato con le mani. Lascia raffreddare e incorpora il formaggio di capra a scaglie.

4
Done
10 minuti

monta i buccateddi

Distribuisci il ripieno sui 5 cerchi di pasta, richiudi creando un piccolo cornicione arrotolato. Bucherella anche sopra e ungi con olio. Fai lievitare ancora per almeno 40 minuti, disposti su una leccarda rivestita con carta forno unta e coperti con pellicola appoggiata sopra.

5
Done
40 minuti circa

cuoci

Spennella la superficie dei buccateddi con l'uovo sbattuto e diluito con qualche cucchiaio di acqua e un pizzico di sale. Inforna a 200°C per circa 20 minuti poi abbassa la temperatura a 180° per altri 20 minuti circa. Sforna, copri 15 minuti con un telo di cotone. Poi taglia e servi

SaraGiulia

previous
Vignarola
next
Terrina di ortaggi
previous
Vignarola
next
Terrina di ortaggi

Add Your Comment

Translate »