Burro vegetale per dolci
Il burro vegetale perfetto per i tuoi dolci!

6 0
Burro vegetale per dolci

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredients

Adjust Servings:
200gr olio di vinacciolo puoi utilizzare anche olio di girasole (solo gs 0 A)
60gr burro di cacao
50gr acqua naturale
10gr lecitina di soya
un pizzico sale fino

Nutritional information

colazione
pranzo
nei dolci

Bookmark this recipe

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Features:
  • gruppo 0
  • gruppo A
  • gruppo AB
  • gruppo B
  • senza amidi
  • senza frutta secca
  • senza glutine
  • senza lattosio
  • senza semi
  • senza uova
  • senza zucchero

Scopri la ricetta per ottenere un burro ideale per tutte le tue torte, crostate e biscotti!

  • 10 minuti + solidificazione
  • Serves 400
  • Easy

Ingredients

Directions

Share

Il burro vegetale per dolci è una base veramente utile per preparare al meglio la maggior parte dei tuoi dolci.

Di solito il burro vegetale o le margarine commerciali sono piene di ingredienti nocivi per quasi tutti i gruppi sanguigni, come olio di palma e amido di mais e grassi idrogenati.

Crostate, biscotti, torte lievitate avranno una consistenza e una fragranza eccezionali con il burro vegetale per dolci, pur essendo preparate con farine senza glutine.

Questo burro vegetale per dolci è appunto adatto in particolare alle preparazioni dolci perchè contiene burro di cacao, un grasso “buono” , in grado di dare struttura alla nostra preparazione. Difatti quando solidifica completamente, puoi tagliarlo a cubetti e congelarlo.

burro vegetale per dolci 6 (2)

L’ho realizzato con olio di vinacciolo, ma puoi utilizzare anche olio di girasole spremuto a freddo (solo gs 0 A).Ti sconsiglio l’olio extravergine d’oliva, in quanto donerebbe un sapore troppo marcato al burro.

Un altro ingrediente sano, che per la sua struttura fa tenere insieme il burro è la lecitina di soia. Puoi utilizzare anche lecitina di girasole (sempre solo gs 0 A). L’hai già incontrata nelle mie ricette perchè l’aggiungo alla pasta fresca quando la preparo, per donarle un minimo di elasticità.

Il burro di cacao è un ingrediente costoso, eppure ha molta resa, difatti in questa ricetta ne utilizziamo 65 g per ottenere un panetto da circa 400 g. Questo è il migliore come qualità (profumatissimo), è quello che utilizzo io :

 

(Visited 28.538 times, 39 visits today)

Steps

1
Done
5 minuti

sciogli il burro di cacao

Fai sciogliere il burro di cacao nel microonde, avendolo prima tagliato a piccole scaglie con un coltello affilato, oppure scioglilo a bagnomaria in un pentolino. Poi lascialo raffreddare a temperatura ambiente. Deve essere liquido ma non caldo.

2
Done
10 minuti

fai il burro vegetale

Metti in freezer un bicchiere con i 50ml di acqua per 5 minuti: deve essere freddissima. Prepara il boccale di un mixer. Frulla prima la lecitina di soya con metà dell'olio fino a quando è completamente sciolta. Ora unisci anche il resto dell'olio e il burro di cacao sciolto, frullando. A questo punto aggiungi anche l'acqua in due volte. Otterrai un composto fluido e omogeneo. Mettilo a solidificare in frigo . Lo troverai a strati separati, ridai una frullata e risulterà cremoso e stabile. Poi puoi cubettarlo e congelarlo.

SaraGiulia

Recipe Reviews

There are no reviews for this recipe yet, use a form below to write your review
previous
Burro di soia
next
Torta di grano saraceno del trentino
previous
Burro di soia
next
Torta di grano saraceno del trentino

48 Comments Hide Comments

credo sia cacao non burro di cacao 🙂
guarda sulla ricetta o sul bioshop , c’è quello che compro io, a buon prezzo! 🙂

ciao cara, la lecitina di soya è sostituibile con lecitina di girasole, non è sostituibile con altri alimenti. 🙂

Ciao Sara , ho comprato diverso tempo fa il burro di cacao e l’ho surgelato per inutilizzo… ora non è più possibile ricongelarlo una volta preparato il burro vegetale, vero?? Posso però utilizzarlo, cuocerlo (torte a go, go!!!) ed eventualmente congelare le torte… o sbaglio??

Il burro di cacao è una massa pura. Non è necessario congelarlo, basta tenerlo in frigo. Puoi fare tranquillamente il burro vegetale e poi ricongelare perchè non contiene elementi deteriorabili. 🙂

Ciao Sara, perché dopo averlo messo in frigo a solidificare lo strato superiore è rimasto molle?Dici che non l’ho frullato abbastanza?

e’ naturale che si separi, quando è solidificato io lo rifrullo e poi ti diventa come nella foto. A questo punto puoi anche congelarlo 🙂

Scusami dove trovo gli ingredienti per fare il burro vegetale? E questo burro lo posso utilizzare in tutti i dolci dove prima usavo il burro normale? Cambia il gusto alla ricetta? Grazie come capirai sono nuova e non ho esperienza e non è facile cambiare abitudini e gusti….

ciao, se stai utilizzando la visione da cellulare, compare una scritta con “ingredienti” passaci sopra il dito e si aprono. è un burro che ho creato proprio per sostituire il burro animale nei dolci. Non ha il sapore del burro!!! che è inconfondibile. Tuttavia sostiuisce strutturalmente il burro e non ha retrogusto.

ciao Patrizia, sì quella in grani che trovi anche nei supermercati…poi v sempre frullata con la parte liquida o con le uova nelle ricette, per scioglierla.

Scusa Sara Giulia una domanda. Nel punto 2 dove c’è scritto 50ml di acqua …. Negli ingredienti 50gr.Sono ml o gr?Grazie.

Se lo usi entro 3 o 4 giorni sì, altrimenti ammuffisce, non contiene conservanti :-). Noi lo congeliamo già porzionato, è comodissimo.

Ciao Sara, non avrei molta voglia di preparare ilo burro vegetale, potrei sostituirlo con il burro Ghee dei vegetariani?
Grazie

ciao, non conosco il ghee dei vegetariani, guarda gli ingredienti. Nel mio burro per dolci comunque è presente il burro di cacao, ingrediente fondamentale nei dolci per sostituire in parte il burro animale.

Ciao.Deve rimanere in frigo fino a quando addensa. E’ normale con questo caldo. Puoi anche metterlo in freezer 20 minuti, poi rifrullarlo per renderlo omogeneo

Ciao Sara, ancora una domanda: come congeli il burro? Dove lo tieni conservato? Io pensavo di cubettarlo nei contenitori del ghiaccio e poi, una volta tolti, mettere i cubetti in un sacchetto per freezer… Comunque complimenti davvero, ricetta validissima!

Buongiorno. Sto leggendo con interesse questo blog, ma purtroppo sono sorti alcuni dubbi. Mi scuso per il numero di quesiti, ma ho preferito riassumere in un unico post.
1) perché il burro di cacao è da considerarsi “grasso buono”, nonostante contenga un’alta percentuale di grassi saturi?
2) come mai non viene mai utilizzato l’eritritolo come dolcificante (io lo utilizzo sostituendo lo zucchero dal 50 al 100%, in creme, gelati, e anche in bisquit dolci o salati, ma non trovo nessuno con cui confrontarmi).
3) come si può utilizzare l’agar in quelle preparazioni dove va incorporata ad esempio della panna o una meringa a t. a., dato che la preparazione a quella temperatura si sta già solidificando (lei lo propone in una bavarese, ma io non ci sono riuscita). Grazie per l’attenzione e una sua eventuale risposta.

Buongiorno, il burro di cacao ha un punto di fumo altissimo (230°C) e non si deteriora alle temperature usate nelle ricette dolci. Una percentuale di grassi saturi non è affatto deleteria, anzi. L’eritritolo non è contemplato dallo stile alimentare del gruppo sanguigno. Se intende il semifreddo con meringa italiana, l’agar agar va sciolto nel marsala che poi è amalgamato al cioccolato sul bagnomaria, a caldo. Quindi non a temperatura ambiente 🙂 Grazie per la sua precisione.

Add Your Comment

Translate »