Farinata di legumi con sgombro e zucchine
Buona, facile: leggi la ricetta!

2 0
Farinata di legumi con sgombro e zucchine

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredients

Adjust Servings:
per la farinata
300 g farina di ceci (denaturata) solo gruppo 0, gli altri farina di fave
900 ml acqua naturale
70 ml olio evo
10 g sale fino
per il pesto
1 ciuffo basilico
1 ciuffo prezzemolo
mezzo cucchiaino rosmarino tritato fine
mezzo cucchiaino salvia tritata fine
qualche fogliolina menta fresca
1 cucchiaio succo di limone
mezzo cucchiaino buccia di limone
8 noci
60 ml olio evo
qualche grano sale grosso
per farcire
1 barattolo sgombro sott'olio
qualche fetta zucchine grigliate
qualche foglia cicoria milano

Bookmark this recipe

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Features:
  • Diabete
  • gruppo 0
  • gruppo A
  • gruppo AB
  • gruppo B
  • Patologie Autoimmuni
  • Perdi Peso
  • senza glutine
  • senza lattosio
  • senza semi
  • senza zucchero
  • Tiroide

Una colazione salata sostanziosa e ricca di gusto

  • 50 minuti + riposo
  • Serves 4
  • Easy

Ingredients

  • per la farinata

  • per il pesto

  • per farcire

Directions

Share

La farinata di legumi con sgombro e zucchine è una sostanziosa colazione salata, facile da realizzare e ricca di gusto.

La farinata è un’antichissima ricetta toscana e ligure, di solito a base di farina di ceci (solo per gruppo 0), ma facilmente realizzabile anche con farina di fave (per tutti i gruppi).

La farinata viene buona se segui questi 4 accorgimenti:

  • riposo almeno 8 ore: il composto di farina + 3 parti d’acqua deve avere il tempo di mescolarsi molto bene, ovvero la farina di legumi deve idratarsi lentamente. In questo modo sarà digeribile e ben amalgamata in cottura. Puoi aggiungere erbe aromatiche che ti piacciono, tipo rosmarino, salvia, maggiorana, timo.
  • tanto olio: la farinata contiene molto olio, per questo poi risulta croccante e golosa. Non ti far venire remore sulla questione oli/grassi. Di solito quando prepari tutti quei muffin, tortine, pancake a base di farina di mandorle, stai cuocendo un sacco di grassi a temperature alte, molto più deteriorabili dell’olio evo o di quello di vinacciolo, perché l’olio contenuto nella frutta secca è parecchio e comincia a deteriorarsi ad un punto di fumo molto, molto inferiore (140 °C).
  • spessore basso: quando versi il composto nella teglia, non deve superare il mezzo cm di spessore, altrimenti non sarà un farinata, ma una frittata di legumi senza uova, umida e pesante. Quidi utilizza una teglia molto larga.
  • temperatura alta: la farinata forse è l’unico preparato che cuocio a temperature molto alte (210 °C), altrimenti non si forma quella bella crosticina croccante e risulta semplicemente una pappa piatta indurita in forno.

La dose che ti indico è più di quella che mangerai per la colazione, tuttavia puoi tranquillamente riscaldare la tua farinata il giorno dopo, tenendola in frigo. Ti sconsiglio vivamente di congelarla! Avresti un prodotto molto degradato per via dei grassi contenuti, e riscaldandolo avresti una cosa immangiabile, secca e bagnata al contempo.

Alla scuola di cucina gruppo sanguigno, dove realizziamo quasi tutti i piatti che vedi sul blog, l’abbiamo farcita con ortaggi, un sapido pesto di aromatiche e sgombro sott’olio in vetro.

Acquista tonno, sgombro, sardine in vetro e sott’olio, poi eliminerai l’olio attorno ai pezzi tamponandolo. La conservazione sott’olio è infinitamente migliore di quella in salamoia, sia come gusto che come proprietà organolettiche. Trovo il tonno “al naturale” immangiabile, ha l’odore del cibo per gatti e il sapore è completamente alterato. La conservazione in vetro è decisamente quella da prediligere, i pezzi sono interi (non le briciole di scarto di altre preparazioni). Trovi ogni giorno questi prodotti in offerta nei supermercati.

(Visited 2.995 times, 1 visits today)

Steps

1
Done
2 minuti + 8 ore

prepara il composto della farinata e fallo riposare

Disponi la farina di ceci in una grossa boule, versaci dentro l'acqua con una brocca, mescolando con una frusta per non formare grumi. Lascia riposare a temperatura ambiente fio a 10 ore, mescolando di tanto in tanto, coperta. Puoi fare questa operazione la sera per la mattina.

2
Done
30 minuti

cuoci la farinata

Riprendi il composto, togli la schiuma che eventualmente si sarà formata in superficie e dai una mescolata. Aggiungi l'olio e il sale.
Trasferisci in una larga teglia con carta forno bella unta d'olio. Lo spessore deve essere di circa mezzo cm. Cuoci a 210 °C per una mezz'ora , o fino a quando non assume un bel colore dorato.

3
Done
5 minuti

prepara il pesto

Frulla tutti gli ingredienti fino ad ottenere un pesto fluido.

4
Done
5 minuti

farcisci la farinata

Taglia a rettangoli o tondi con un coppapasta la farinata. Tampona bene lo sgombro con carta cucina. Disponi una fetta di farinata, una di zucchine, un po' di sgombro e gocciola sopra il pesto. Poi un'altra fetta di farinata, il ripieno, e chiudi con un ultima fetta di farinata.

SaraGiulia

Recipe Reviews

There are no reviews for this recipe yet, use a form below to write your review
previous
Torta ripiena di mele senza zucchero aggiunto
next
Crepe di fave con tonno non affumicato e pesto di rucola
previous
Torta ripiena di mele senza zucchero aggiunto
next
Crepe di fave con tonno non affumicato e pesto di rucola

Add Your Comment

Translate »