• Home
  • diabete
  • Focaccia di fagioli cannellini, cipolle, tonno

Focaccia di fagioli cannellini, cipolle, tonno
Buona, semplice, fragrante: scopri come realizzarla!

0 1
Focaccia di fagioli cannellini, cipolle, tonno

Condividi sul tuo social network:

Oppure puoi copiare e condividere questo indirizzo url

Ingredienti

Adjust Servings:
per la focaccia
350gr farina di fagioli cannellini (denaturata)
30gr semi di lino dorati
25gr semi di chia
a piacere origano
30gr olio evo
380gr circa acqua naturale
13gr lievito di birra fresco
6 gr sale fino
per la parte sopra
150gr cipolla bionda
150gr netto tonno conservato
20gr olio evo
un ciuffo basilico
a piacere sale fino

Quante volte a settimana

colazione
pranzo
2 volte al mese

Aggiungi questa ricetta ai preferiti

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Caratteristiche:
  • Diabete
  • gruppo 0
  • gruppo A
  • gruppo AB
  • gruppo B
  • Perdi Peso
  • senza frutta secca
  • senza glutine
  • senza lattosio
  • senza uova
  • senza zucchero
  • Tiroide

Una focaccia facile da realizzare, gustosa, per le tue colazioni, pranzi fuori casa, pic-nic.

  • 50 minuti
  • Porzioni 10
  • Facile

Ingredienti

  • per la focaccia

  • per la parte sopra

Introduzione

Condividi

La focaccia di fagioli cannellini, cipolle, tonno è un gustoso piatto unico per i tuoi pranzi o le tue colazioni. La puoi preparare la sera e scaldare in forno 5 minuti il giorno dopo.

Mi piace creare queste focacce, sono nutrienti e saporite e ho trovato finalmente la composizione per renderla morbida dentro e croccante fuori;  ottima da portare fuori casa per colazioni sul lavoro. Il connubio tonno cannellini e cipolle è provato e ben azzeccato.

Introduco ora quasi sempre semi di lino, benefici all’intestino. I semi di chia danno compattezza al composto, altrimenti molto friabile e inoltre sostengono l’impasto durante la lievitazione.

Utilizza tonno in vetro sott’olio: è molto meglio conservato di quello al naturale e più buono; prima di utilizzarlo scolalo e tamponalo con carta cucina. L’olio è un ottimo conservante e come forse già sai , non è il responsabile di aumento di peso e colesterolo: sono i soliti carboidrati con glutine. Di fatto “grasso mangia grasso”.

Di solito metto gli ingredienti superiori dopo che la focaccia ha avuto il tempo di gonfiarsi e stabilizzarsi in forno: in questo modo gli ortaggi non bagnano la superficie lasciando la parte centrale mezza cruda , e inoltre non cuociono troppo e non bruciano. Il tonno o anche il prosciutto di tacchino fuori forno.

Utilizzo sempre farine di legumi dentaturate in forno per 3 ore a 90 °C: i lievitati sono più croccanti, migliori al sapore e più digeribili.

(Visited 2.608 times, 2 visits today)

Fasi di lavorazione

1
Fatto
10 minuti + lievitazione

prepara l'impasto della focaccia

Riunisci tutti gli ingredienti secchi in una boule (farina di cannellini, semi di lino tritati, origano secco, sale) . Versa l'olio nell'acqua calda e stemperaci dentro il lievito, mescola e aggiungi i semi di chia. Lascia attivare 5 minuti .Versa l'emulsione di acqua e olio nella farina con i semi e amalgama, deve risultare un impasto piuttosto morbido. Trasferisci in uno stampo rettangolare con carta forno unta. Fai lievitare un'ora in luogo riparato (noi usiamo il lievitatore a 30 °C).

2
Fatto
10 minuti

prepara la parte sopra

Nel frattempo, dopo aver tagliato al cipolla a fette sottilissime, falla stufare lentamente per 5 minuti in un velo d'olio caldo, regolando di sale, con coperchio . Sgocciola bene il tonno e riducilo in briciole

3
Fatto
40 minuti circa

cuoci al focaccia

Cuoci la focaccia lievitata 30 minuti a 180°C. Tira fuori dal forno la focaccia, cospargila con le cipolle e rimetti in forno per 10 minuti ancora. Estraila definitivamente dal forno e cospargila subito con le briciole di tonno e basilico in stagione.

SaraGiulia

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, usa il form sottostante per scrivere la tua recensione
precedente
Focaccia di lupini ai carciofi
successiva
Focaccia di legumi alla genovese
precedente
Focaccia di lupini ai carciofi
successiva
Focaccia di legumi alla genovese

5 Commenti Nascondi i commenti

Ho provayto la ricetta ma non è lievitato proprio nulla ,in che ho sbagliato ? è rimasta una schiacciata . Puoi spiegarmi ,mi pareva di aver seguito bene i passaggi . I semi di chia solo 5 minuti con lievito e acqua calda ? Grazie

Buongiorno Elisabetta, i fattori possono essere molti e qualche volta è capitato anche a me. (non in particolare su questa ricetta, anche su altri lievitati). Lievito non fresco, farina non denaturata, acqua troppo calda/troppo fredda, farina vecchia, chia aggiunta prima che il lievito si sia ben sciolto nell’acqua, ambiente di lievitazione, semi di chia vecchi, troppa poca acqua ovvero impasto non abbastanza idratato. Sai che con queste farine di legumi l’indicazione sull’acqua è sempre relativa perchè ogni farina (anche dello stesso genere, tipo appunto quella di cannellini che uso io e quella che usi tu) può richiedere più o meno acqua. L’importante è che l’impasto sia molle, tipo torta. Puoi anche aspettare 10 15 minuti prima di versare il composto liquido con i semi di chia. Questa ricetta è molto antica, tra i miei primi esperimenti. La focaccia come vedi nella foto è ben lievitata. Comunque ora utilizzo la farina di semi di psillio per tutti i pani/focacce e vengono ancora più alveolati. Con questa dose, 10gr di farina di semi di psillio diluita in parte dell’acqua e poi unita a quella con il lievito . 🙂

grazie mille ,sempre molto gentile ,ora andrò ad acquistare i semi di psillio e poi rifaccio !! puo essere che l’acqua era troppo calda ,secondo te ad occhio quanto deve essere calda? cosi provo con il termometro . e sicuramente allora non sufficientemente idratata visto che l’ho spalmata sul foglio di carta mentre a quanto ho capito la consistenza deve essere piu morbida .

Esatto! la temperatura dell’acqua 37 °C, la frazione di acqua che utilizzi per sciogliere il lievito. L’acqua in cui sciogli lo psillio molto più calda. Nel senso che se per fare l’impasto hai bisogno di 500ml di acqua, in 200ml a 37 °C sciogli il lievito e aggiungi poi l’olio, nei 300ml restanti , molto più caldi sciogli la farina di bucce di psillio. Poi unisci tutto insieme con le farine. Se acquisti i semi di psillio interi poi dovrai macinarli molto finemente, altrimenti non hanno la funzione che devono in lievitazione. Io la acquisto qui online.https://www.tibiona.it/integratore-fibra-glutine-gluten-free-lassativo-psillio-psillium?tracking=581b15c7ba3b3

Aggiungi commento

Translate »