Gnocchi alla romana di quinoa
Invitanti, appaganti, buoni buoni...provali!

0 0
Gnocchi alla romana di quinoa

Condividi sul tuo social network:

Oppure puoi copiare e condividere questo indirizzo url

Ingredienti

Adjust Servings:
per i gnocchi
250gr quinoa bianca in grani
700ml latte di mandorle
40gr pecorino semistagionato gruppo 0 puoi utilizzare anche feta
25gr semi di chia
3 tuorlo
un pizzico pepe nero a mulino no gruppo A AB
un pizzico sale fino
20gr olio evo gruppo 0 B puoi sostituire con burro chiarificato
qualche fogliolina salvia
40gr pecorino semistagionato gruppo 0 puoi utilizzare feta

Quante volte a settimana

pranzo
occasioni speciali

Aggiungi questa ricetta ai preferiti

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Caratteristiche:
  • gruppo 0
  • gruppo A
  • gruppo AB
  • gruppo B
  • senza glutine
  • senza lattosio
  • senza semi
  • senza zucchero

Gnocchi alla romana : sì li puoi fare senza glutine e latte vaccino. Di quinoa, quindi molto più leggeri di quelli tradizionali, realizzati con la semola.

  • 45 minuti
  • Porzioni 4
  • Media

Ingredienti

  • per i gnocchi

Introduzione

Condividi

I gnocchi alla romana sono un classico della cucina laziale, buonissimi. Realizzati con la farina di quinoa e qualche accorgimento sono squisiti anche per la dieta del gruppo sanguigno.

Che buoni e semplici questi gnocchi alla romana di quinoa: lo pseudocerealesi presta benissimo a sostituire il semolino della tradizione. Fai molta attenzione quando li sagomi, la quinoa non ha la consistenza glutinosa, come sappiamo, quindi tenderanno disfarsi.  Continua il mio  “viaggio di traduzione” nelle cucine regionali italiane, un percorso intrigante, dove a volte le trasformazioni sono ben riuscite, come in questo caso.

I semi di chia fanno da collante alla quinoa, che ha difficoltà a rimanere unita.

Puoi anche preparare i gnocchi alla romana di quinoa in versione vegan, spoverandoli con mandorle tritate e tostate anzichè con il pecorino.

Preparali solo per pranzo,  e accompagnali con ortaggi, hai già proteine e amidi a sufficienza nel piatto.

(Visited 914 times, 1 visits today)

Fasi di lavorazione

1
Fatto
25 minuti

prepara la quinoa

Dopo averla ben dilavata dalle saponine sotto acqua fredda, fai cuocere la quinoa nel latte di mandorle con sale e pepe, fino a quando ha assorbito tutto il liquido ed è diventata un composto consistente. Gira spesso con un cucchiaio di legno o gomma quando comincia ad asciugare, altrimenti si potrebbe attaccare al fondo della casseruola

2
Fatto
10 minuti

aggiungi gli altri ingredienti

Sposta dal fuoco e incorpora i semi di chia mescolando bene. Attendi che raffreddi a temperatura ambiente e incorpora i tuorli amalgamando bene. Unisci anche il pecorino o la feta grattugiati. Spiana il composto, alto circa 2 cm, su una pirofila bagnata con acqua, livellando bene. Lascia raffreddare e copattare in frigo

3
Fatto
15 minuti

sagoma i gnocchi

Riprendi il composto e taglialo con un coppapasta da 3cm. Aiutandoti con una palettina disponi i gnocchi leggermente sovrapposti in un'altra pirofila, di ceramica, unta di olio. Spennella con olio accuratamente i gnocchi così preparati, cospargi di salvia e inforna 15 minuti circa a 180 °C , fino a quando sono leggermente dorati.

4
Fatto
5 minuti

finisci il piatto

Cospargi di pecorino a scaglie e servi immediatamente.

SaraGiulia

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, usa il form sottostante per scrivere la tua recensione
precedente
Polentine di miglio alla curcuma
successiva
Gnocchi di zucca ai funghi
precedente
Polentine di miglio alla curcuma
successiva
Gnocchi di zucca ai funghi

Aggiungi commento

Translate »