Impanate pasquali ragusane
Irresistibili: scopri la ricetta!

0 0
Impanate pasquali ragusane

Condividi sul tuo social network:

Oppure puoi copiare e condividere questo indirizzo url

Quante volte a settimana

colazione/pranzo
1 volta a settimana

Aggiungi questa ricetta ai preferiti

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Caratteristiche:
  • gruppo 0
  • gruppo A
  • gruppo AB
  • gruppo B
  • senza frutta secca
  • senza glutine
  • senza lattosio
  • senza semi
  • senza uova
  • senza zucchero

Una focaccia ripiena di carne che piacerà a tutta la famiglia. perfetta per le gite fuori porta.

  • 1 ora e 30 minuti
  • Porzioni 8
  • Media

Ingredienti

  • per il lievitino

  • per l'impasto

  • per il ripieno

Introduzione

Condividi

Le impanate pasquali ragusane sono una sorta di focaccia ripiena, farcita con carne, veramente squisita.

Le «’mpanate»  sono di chiara origine spagnola in quanto derivazione delle iberiche «empanadas». Le «’mpanate» generalmente sono legate a ben precisi periodi dell’anno. Quelle più diffuse sono:«’mpanate» di pollo (o tacchino) e patate: ripieno a base di carne di pollo o tacchino e patate cotte insieme secondo la ricetta del tradizionale spezzatino, che una volta raffreddato va a farcire la ’mpanata che poi, darà cotta in forno.

Una variante di questa preparazione prevede la farcitura della ’mpanata con le carni crude condite con aromi vari (rosmarino, aglio, timo, salvia, maggiorana). In questo caso, la pasta della ‘mpanata dovrà essere di poco più spessa e la cottura in forno più lunga in quanto gli umori delle carni ammorbidiranno, ma anche insaporiranno la pasta che per diventare croccante dovrà, appunto, cuocere per maggior tempo. Questo tipo di «’mpanate» è legato più al periodo natalizio; «’mpanate» di agnello o capretto: questo tipo di «’mpanata» è, invece, legata al solo periodo pasquale. In questa preparazione la farcitura della ’mpanata viene fatta con le carni crude di agnello o capretto lardellate con un trito di erbe aromatiche aromi vari (per lo più aglio e rosmarino)

Alla scuoladicucinagrupposanguigno, nel corso livello avanzato, i miei allievi hanno preparato le impanate pasquali ragusane con macinato e salsiccia di tacchino: sono risultate squisite! Se non riesci a farti preparare la salsiccia di tacchino, usa tutto macinato di tacchino marinato come da ricetta.

La farina base utilizzata è di miglio chiaro mischiato a miglio bruno, per un sapore e un colore ottimali. Le impanate sono così buone e fragranti perché contengono margarina artigianale, non sostituibile dall’olio. Qui la facilissima ricetta:

Margarina all’olio extravergine

 

(Visited 905 times, 7 visits today)

Fasi di lavorazione

1
Fatto
8 ore

Fai marinare la carne del ripieno (dalla sera prima)

Disossa la sovracoscia di tacchino e passala al tritacarne. Oppure fattela preparare dal macellaio. Smembra la salsiccia di tacchino. Se non la trovi aggiungi pari peso di macinato (totale 800 g).
La sera prima della preparazione, metti il macinato di tacchino amalgamato con la salsiccia in una ciotola con sale, pepe, maggiorana e il cipollotto fresco tritato finemente. Condisci con un po’ d’olio d’oliva, vino bianco, salsa tamari e massaggia bene la polpa con le mani. Copri con pellicola e lascia la carne a frollare per tutta la notte in frigorifero.

2
Fatto
30 minuti

prepara il lievitino

Sciogli il lievito nei 200 ml di acqua tiepida, aggiungi gli 80 g di farina di miglio mescolando bene. Copri con pellicola e lascia lievitare riparato, al caldo per mezz’ora circa.

3
Fatto
10 minuti + lievitazione

prepara l'impasto

In una boule mescola le farine (320 di miglio + 80 di mandorle), lo psillio e il sale.
A parte frulla la lecitina con l’acqua tiepida (350ml) poi aggiungi l’olio e la margarina sempre frullando.
Quando il lievitino si è gonfiato versaci dentro la parte liquida mescolando. Impasta nella sfogliatrice il composto liquido e le farine, fino ad ottenere un impasto morbido. Trasferiscilo in una grossa ciotola, copri con pellicola e lascia lievitare la sfoglia per 40/45 minuti.

4
Fatto
5 minuti + lievitazione

prepara le basi delle impanate

Dividi l’impasto in 4 parti e forma delle panetti schiacciati. Metti i panetti a lievitare una mezzora circa coperti con pellicola unta.

5
Fatto
10 minuti

monta le impanate

Dopo questo tempo, stendi i 4 panetti in 4 cerchi del diametro di circa 18/20 cm, 2 leggermente più grandi, aiutandoti con un mattarello infarinato. Ricopri il cerchio più grande con la polpa di tacchino lasciando liberi i bordi. Poni sopra il secondo cerchio e fai aderire bene i bordi delle due parti pressando con le dita. “Ricama” il bordo. Spennella con olio d’oliva la superficie e bucherella con una forchetta.

6
Fatto
55 minuti

cuoci

Inforna le impanate di tacchino per circa 55 minuti (a seconda delle dimensioni) in forno ventilato a 190°C.
Lascia intiepidire su una gratella, taglia a fette e servi. Sono buone anche a temperatura ambiente.

SaraGiulia

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, usa il form sottostante per scrivere la tua recensione
precedente
Colomba a cottura veloce
successiva
La vera torta pasqualina sfogliata
precedente
Colomba a cottura veloce
successiva
La vera torta pasqualina sfogliata

Aggiungi commento

Translate »