Involtini di pollo al limone
Velocissimi e golosi: scopri la ricetta!

0 0
Involtini di pollo al limone

Condividi sul tuo social network:

Oppure puoi copiare e condividere questo indirizzo url

Ingredienti

Adjust Servings:
1 petto di pollo
1 cucchiaio abbondante erbe aromatiche miste
qualche fogliolina timo fresco
2 limone
2 scalogno
2 cucchiai prezzemolo tritato
1 cucchiaio raso senape in polvere
quanto basta farina di quinoa
8 olive verdi
100 ml circa brodo vegetale
100 ml vino bianco secco
3 cucchiai olio evo
1 pizzico pepe nero a mulino no gruppo A
a piacere sale fino

Quante volte a settimana

pranzo /cena
1 volta a settimana

Aggiungi questa ricetta ai preferiti

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Caratteristiche:
  • gruppo 0
  • gruppo A
  • Perdi Peso
  • senza frutta secca
  • senza glutine
  • senza lattosio
  • senza semi
  • senza uova
  • senza zucchero
  • Tiroide

Facili con il segreto per renderli bocconcini saporiti

  • 25 minuti
  • Porzioni 4
  • Facile

Ingredienti

Introduzione

Condividi

Gli involtini di pollo al limone sono un piatto veramente espresso e saporito, da realizzare in pochi minuti.

Tuttavia, come tutte le ricette “facili” richiede una certa attenzione e alcuni accorgimenti, per non avere pezzi di carne bolliti e stopposi, al posto di questi invitanti involtini. Vediamo cosa evitare:

  • Acquistare pollame qualsiasi: il pollo è una delle carni più bistrattate, con mangimi, antibiotici e condizioni di crescita. Procurati carne di pollo da allevamenti a terra, ruspanti o comunque di qualità. Altrimenti affronti un trattamento farmacologico senza esserne consapevole perché ti becchi tutto quello che i poveri polli da batteria hanno mangiato, e pure le loro anime disperate.
  • Lasciare le fette di carne troppo grosse: sia che tu acquisti il petto di pollo o le fette, taglia ulteriormente la carne in piccole fette da 6/7 cm. Miriamo a una cottura veloce e a bocconcini saporiti.
  • Non infarinare gli involtini: il petto di pollo è strastopposo di suo perché contiene pochissimi grassi e zuccheri, l’infarinatura donerà una leggerissima crosticina contrastando la fuoriuscita dei liquidi dalla carne, anche nella brevissima cottura. E poi è più buona!!
  • Non cuocerli perfettamente: cottura breve sì, ma completa. Gli avicoli (pollo e&c.) sono carni da mangiare rigorosamente cotte, 70°C al cuore, a scanso di salmonella, tetano e altri simpatici batteri. In fondo ricordiamoci, il pollo è un uccello, e quello che non fa male a lui, può essere molto pericoloso per noi mammiferi.
  • Cuocerli troppo: sebbene usiamo molti accorgimenti, se cuoci gli involtini di pollo al limone più di 15 minuti hai rovinato tutto.
  • Usare acqua o brodo al posto dell’olio: una tecnica pessima che rovina spesso la cottura delle carni che inevitabilmente bolliscono anzichè dorare. Mi avrai già sentito molte volte su questo punto: un filo d’olio in cottura, sapientemente utilizzato come in questa ricetta, non è assolutamente deleterio, anzi migliora anche la digeribilità dell’alimento, specialmente per il gruppo 0. Leggi l’articolo qui sotto per gli approfondimenti:

Un filo d’olio in cottura: la tecnica perfetta.

L’ingrediente che contribuisce a rendere gli involtini di pollo al limone speciali,  è la senape in polvere. La trovi nelle migliori drogherie e supermercati oppure online:

Ultimo avvertimento: olive verdi tritate all’interno degli involtini di pollo al limone tuttavia io ci metto i capperi, perché non ne posso fare a meno… vedi tu come affrontare questo sgarro (i capperi sono indicati solo per gruppo B). Anzi i gruppi B AB li preparano di tacchino.

Per una cottura perfetta, uniforme e giusta nei tempi senza bruciare gli involtini di pollo al limone, usa senz’altro un buon wok, la padella bombata che riporta al centro liquidi e non fa attaccare gli alimenti:

(Visited 2.543 times, 1 visits today)

Fasi di lavorazione

1
Fatto
5 minuti

prepara gli ingredienti

Grattugia la buccia di un limone e mezzo, spremi il succo di 1. Trita gli scalogni. Taglia a fettine sottili l'altro mezzo limone. Trita il prezzemolo. Trita le olive verdi.

2
Fatto
10 minuti

prepara le fettine di pollo

Taglia il petto di pollo a fette abbastanza sottili e piccole (7 cm lunghezza), o dividi a metà le fette già tagliate. Asciugale bene con carta cucina. Sala e pepa da tutti i lati. Cospargi un lato delle fettine con le aromatiche tritate finissime, poca buccia di limone e le olive tritate o i capperi tritati se hai deciso di trasgredire. Arrotola su se stesse le fettine, chiudile con uno stecchino e passale nella farina di quinoa.

3
Fatto
15 minuti

cuoci

Fai dorare gli involtini di pollo in un velo d'olio caldo, da tutti i lati, poi sfuma con il vino bianco. Quando il vino è asciugato togli gli involtini dalla padella. Inserisci lo scalogno tritato e fallo appassire a fuoco dolce. Deglassa la padella con il brodo, raccogliendo bene tutto il fondo di cottura anche nei lati e aggiungi la senape e le foglioline di timo. Rimetti gli involtini nella padella e falli cuocere 7/8 minuti dolcemente, girandoli. Ora aggiungi il succo e le fettine di limone. Fai restringere il sugetto, regolando di sale e pepe. Servi cosparso con prezzemolo tritato finissimo.

SaraGiulia

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, usa il form sottostante per scrivere la tua recensione
precedente
Polpette di pescespada in agrodolce alla siciliana
successiva
Quinoa, pesce spada e salicornia
precedente
Polpette di pescespada in agrodolce alla siciliana
successiva
Quinoa, pesce spada e salicornia

Aggiungi commento

Translate »