La vera torta pasqualina sfogliata
Qualcosa di eccezionale: scopri la ricetta!

0 0
La vera torta pasqualina sfogliata

Condividi sul tuo social network:

Oppure puoi copiare e condividere questo indirizzo url

Ingredienti

Adjust Servings:
per la sfoglia
400 g farina di riso bianca fine
400 ml acqua naturale
25 g lecitina di soia polverizzata
1 pizzico sale fino
per il ripieno
500 g erbette fresche
500 g spinaci freschi
1 mazzetto borragine
2 cucchiai maggiorana
3 cucchiai cipolla tritata
500 g ricotta vaccina/capra/pecora
per il gruppo 0
200 g feta
per tutti
70 g formaggio di capra semistagionato
5 uova medie
3 cucchiai olio evo
a piacere sale fino
per la finitura
1 tuorlo

Quante volte a settimana

colazione/pranzo
1 volta a settimana

Aggiungi questa ricetta ai preferiti

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Caratteristiche:
  • gruppo 0
  • gruppo A
  • gruppo AB
  • gruppo B
  • senza frutta secca
  • senza glutine
  • senza semi
  • senza zucchero

La celebre torta salata ligure come non l'hai mai assaggiata.

  • 1 ora e 40 minuti
  • Porzioni 8
  • Media

Ingredienti

  • per la sfoglia

  • per il ripieno

  • per il gruppo 0

  • per tutti

  • per la finitura

Introduzione

Condividi

La vera torta pasqualina sfogliata è appunto sfogliata!

I liguri sono maestri nelle torte salate ripiene di ortaggi e la torta pasqualina è la più conosciuta. Una preparazione sublime, se fatta a dovere, che diventa una tortaccia qualsiasi se fatta scuèsciuè come va di moda oggi. Vediamo cosa NON FARE per ottenere una torta pasqualina degna di questo nome:

  • usare la pasta sfoglia surgelata: orrenda, troppo grassa, non c’entra nulla con la sfoglia matta con cui va fatta la torta pasqualina (acqua olio e sale). Per nostra fortuna la sfoglia non è fattibile con le farine che abbiamo a disposizione, quindi salta questa indicazione, che ho messo per cultura gastronomica generale.
  • non sfogliare l’involucro: la pasqualina è così buona proprio per il contrasto tra il guscio molto sfogliato e il ripieno generoso di ortaggi, ricotta e uova. Anticamente le sfoglie erano 33, come gli anni di Cristo. 18 stratificate sotto, spennellate con olio e areate con una cannuccia soffiando tra una sfoglia e l’altra. Stessa cosa per le rimanenti 16 con cui coprirla. Il risultato è una torta salata la cui crosta cede meravigliosamente quando la addenti. Non riusciremo a fare la stessa cosa ma ci andiamo vicino, con la sfoglia di riso.
  • usare farine di legumi: l’associazione legumi/latticini è assai indigesta e sconsigliata in questo stile alimentare. La pasqualina VUOLE ricotta e formaggio di capra. Se non li metti fai una torta di spinaci qualsiasi, ma non chiamarla pasqualina!
  • non farla se sei gruppo 0: metti 200 g di feta al posto dei 500 g di ricotta, e sala meno.
  • usare solo gli spinaci: la Liguria è generosa in fatto di erbe di campo, buonissime e profumate. Difatti la pasqualina la fanno con il preboggion, ovvero un insieme di erbe profumatissimo, in cui non può mancare la maggiorana, le erbette e se la trovi la fantastica borragine.
  • non mettere le uova intere: la pasqualina non ha uova nell’impasto di spinaci/erbette e ricotta. Si praticano dei buchi nel ripieno e si fanno scivolare dentro le uova intere, che cuoceranno con un effetto bellissimo oltre che buono.

Probabilmente ti avanzerà della sfoglia: mettila a strisce unte con olio, cosparse di sale crosso e rosmarino in forno a 18o°C per circa 15 minuti: assaggerai dei crackers di riso squisiti!

Bene, probabilmente non farai questa ricetta (squisita) e prenderai una delle mille ricette sul web più veloci e tirate via. Chi resiste e vorrà provare a realizzare la vera torta pasqualina sfogliata, assaggerà qualcosa di celestiale.

In questo video i punti salienti della ricetta:

(Visited 1.575 times, 1 visits today)

Fasi di lavorazione

1
Fatto
1 ora

prepara l'impasto della sfoglia cotto a vapore

Allestisci un bagnomaria al piccolo bollore con cestello. Mescola bene la farina di riso con la lecitina polverizzata e l'acqua. Trasferisci il composto in un saccocottura (lo trovi al supermercato). Appoggialo sul cestello, chiudi con coperchio e lascia cuocere 50 minuti al piccolo bollore. Estrai poi l'impasto dal sacco cottura, appena non è più bollente ma ancora caldo. Dividilo in 10 porzioni e lavorale con le mani, fino ad ottenere 10 panetti lisci.

2
Fatto
20 minuti

confeziona le sfoglie

Appiattisci i panetti tra due fogli di carta forno, con il mattarello, infarinandoli. Passa i panetti nella sfogliatrice, tenendoli il più largo possibile e assottigliandoli fino alla terzultima tacca, infarinando senza eccedere sia il rullo che le sfoglie, fino a quando le senti asciutte. Procedi come per la pasta fresca, dallo spessore maggiore a quello inferiore, senza saltare le tacche e dando 3 pieghe ai panetti quando li passi nelle prime 3 tacche. Infarina ogni volta il pezzo di sfoglia fino a quando lo senti asciutto. Otterrai delle larghe strisce di sfoglia di riso.

3
Fatto
10 minuti

prepara gli ortaggi del ripieno

In una larga padella (meglio il wok), fai appassire la cipolla nell'olio per un paio di minuti a fuoco dolce. Aggiungi le erbette, gli spinaci sgrondati della loro acqua di cottura, la borragine e la maggiorana. Regola di sale e chiudi con coperchio. Fai appassire anche le foglie sotto, rimestandole per portare sopra le foglie già disidratate e sotto quelle ancora crude. Dopo 5 minuti il tutto è cotto. Lascia intiepidire e strizza il composto. Poi tritalo al coltello.

4
Fatto
5 minuti

amalgama il ripieno

Amalgama gli ortaggi cotti con la ricotta e 2 cucchiai di formaggio di capra semistagionato, regolando di sale. Il gruppo 0 usa 200 g di feta tritata al posto della ricotta e non sala.

5
Fatto
10 minuti

monta la base della pasqualina

Rivesti una tortiera a sgancio diametro 26 con carta forno unta. Disponi sul fondo della tortiera una striscia di pasta di riso, spennellala con poco olio. Ora prendi un'altra striscia e sovrapponila, a croce di sant'Andrea, ovvero non con angoli retti. Spennella anche questa con olio. Disponi altre strisce di sfoglia di riso sopra, sempre unte, a coprire tutto il fondo della teglia, con i pezzi corti della sfoglia che sbordano. Utilizza la metà abbondante delle sfoglie.

6
Fatto
10 minuti

completa il montaggio della pasqualina

Versa il composto di erbette, spinaci e ricotta sul fondo della sfoglia, pareggiando bene. Pratica 5 buchi tutti intorno nel ripieno, con le dita, in modo che possano alloggiare 5 uova. Versa ogni uovo crudo nel buco. Cospargilo con il formaggio di capra, sale e pepe.
Richiudi con le rimanenti sfoglie, disposte come quelle sul fondo, sempre spennellate di olio, rimboccando e aggiustando i bordi. Spennella la superficie finale con olio e tuorlo diluito con acqua.

7
Fatto
55 minuti

cuoci

Inforna la torta pasqualina a 180°C per circa 1 ora. Assaggerai qualcosa di squisito. Le sfoglie si rompono ben croccanti e l'interno è morbido e saporito, con tutti i profumi della primavera ligure.

SaraGiulia

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, usa il form sottostante per scrivere la tua recensione
precedente
Impanate pasquali ragusane
successiva
Torta salata pasquale lombarda
precedente
Impanate pasquali ragusane
successiva
Torta salata pasquale lombarda

4 Commenti Nascondi i commenti

Carissima Sara, grazie mille per questa ricetta della tradizione! E per la tecnica per ottenere le sfoglie con la farina di riso! La farò certamente. Una domanda: si può preparare in anticipo e congelare da cruda?

sì, poi la scongeli in frigo completamente prima di cuocerla (almeno una notte e controlla con uno stecchino che il ripieno non sia ancora congelato).

Aggiungi commento

Translate »