Latte denso di chufa
Squisito: scopri la ricetta!

0 0
Latte denso di chufa

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredients

Adjust Servings:
250 g tubercoli di chufa decorticati
800 ml acqua naturale

Nutritional information

colazione/pranzo/merenda
da testare, più volte a settimana
Features:
  • gruppo 0
  • gruppo A
  • gruppo AB
  • gruppo B
  • Perdi Peso
  • senza frutta secca
  • senza glutine
  • senza lattosio
  • senza semi
  • senza uova
  • senza zucchero

Goloso e versatile, naturalmente dolce.

  • 30 h
  • Serves 1
  • Easy

Ingredients

Directions

Share

Il latte denso di chufa è una golosa scoperta di quest’inverno. Avevo poi lasciato la ricetta da parte e l’ho ripresa recentemente per un corso personalizzato.

Se non conosci la chufa, un piccolo tubero privo di glutine, leggi questo articolo:

La Chufa, questa sconosciuta

Quando ho scoperto la chufa, mi è arrivata sia in farina che in tubercoli (la loro forma originale). Ho utilizzato quasi subito la farina, ma non sapevo cosa fare con i tubercoli decorticati.

Poi dovevo preparare una ricetta con l’OKARA di chufa,  il residuo secco che rimane anche quando prepari il latte di mandorle o di nocciole. Rifacendolo più volte ho diminuito l’acqua da aggiungere nel processo di lavorazione e ho ottenuto un latte molto denso, una specie di panna di chufa.

Non ti sto a dire quanto il latte denso di chufa si a buono e goloso: leggermente dolce e freschissimo. Puoi berlo la mattina a colazione con il caffè, oppure preparare ottimi budini e creme, o ancora utilizzarlo nei dolci in sostituzione al latte di mandorle. Si conserva in bottigliette o in sacchetti nel congelatore. Puoi congelare anche l’okara che rimarrà dalla produzione del latte.

Puoi acquistare i tubercoli di chufa decorticatifarina di chufa fine qui :

tubercoli di chufa decorticati

Molto utile avere un sacchetto per latte vegetale. Io lo uso tantissimo, anche per sciacquare l’amaranto, che è molto piccolo. Si lava molto facilmente.

[amazon_link asins=’B0114XOUQQ’ template=’ProductCarousel’ store=’dentrolacucin-21′ marketplace=’IT’ link_id=’21467bfd-8026-11e8-9c44-41bb6e4a0724′]

Con 250 g di chufa otterrai circa 1 lt di latte denso di chufa e 350 g di okara.

A fine lezione abbiamo anche preparato una fresca bevanda, a base di latte di chufa e ananas, chiamandola “Pina Chufada” in onore della pina colada. Abbiamo semplicemente frullato pari peso di ananas fresco e latte denso di chufa, con qualche cubetto di ghiaccio.

“pina Chufada”
(Visited 7.229 times, 2 visits today)

Steps

1
Done
24 h

ammolla i tubercoli di chufa

Risciacqua bene i tubercoli di chufa e lasciali in frigo in un contenitore, coperti d'acqua per 24 ore.

2
Done
6 h

frulla e aggiungi acqua

Risciacqua di nuovo e aggiungi 500 ml di acqua. Frulla il tutto fino ad ottenere un composto fluido. Riponi di nuovo in frigo per 6 ore.

3
Done
2 minuti

aggiugi altra acqua

Riprendi la chufa frullata dopo 6 ore. Aggiungi 300 ml di acqua e frulla di nuovo. Se vuoi un latte meno denso aggiungi più acqua. Se lo vuoi più denso aggiungi meno acqua.

4
Done
5 minuti

ricava il latte

Trasferisci il composto ottenuto in un sacchetto per latte vegetale oppure in un colino capiente a maglie molto fini. Fai colare il liquido in una brocca strizzando molto bene il sacchetto per latte vegetale o schiacciando bene il residuo nel colino con un cucchiaio.

5
Done
2 mesi, gelo

conserva

Riponi il latte ottenuto in una brocca. Resiste 2 giorni in frigo. Si depositerà una parte densa e biancastra sul fondo della brocca. Rifrulla quando lo usi. Oppure versalo in piccole bottigliette di plastica o sacchetti e congela.

SaraGiulia

previous
Hummus di fave
next
Tacchino sfilacciato cotto a bassa temperatura
previous
Hummus di fave
next
Tacchino sfilacciato cotto a bassa temperatura

5 Comments Hide Comments

Ciao, si può fare anche con la farina di chufa oltre che con i tubercoli? Se sì, stessa quantità dei tubercoli?

Salve Sara, per caso dispone della ricetta per quanto riguarda la realizzazione del latte di mandorle da fare a casa? E’ un prodotto molto utile di cui conosco il procedimento ma ero interessato a sapere le giuste dosi (acqua e mandorle). Per il filtraggio cosa consiglia? Molti utilizzano uno strofinaccio di cotone. Ovviamente ho escluso l’acquisto del latte di mandorle già pronto.

gentile Marco, come forse sai abbiamo una serie di VIDEOCORSI e uno si chiama proprio LATTERIA VEGETALE in cui ci sono tutti i tipi di latte vegetale, ricotte vegetali, yogurt di mandorle denso e molto altro (ovviamente non sono le ricette con le proporzioni e le procedure che trovi in giro per il web, il processo di attivazione, non certo i soliti 150g di mandorle prese e frullate in un litro d’acqua, per ottenere latte/panna da diversi vegetali, e niente OKARA… nè filtraggi) lo trovi qui 🙂 https://learning.incucinaconsaracademy.com/courses/videobox-latteria-vegetale/#tab-course-section__overview

Add Your Comment

Translate »