Linzer torte
La crostata più buona del mondo, credimi: scopri la ricetta!

0 0
Linzer torte

Condividi sul tuo social network:

Oppure puoi copiare e condividere questo indirizzo url

Ingredienti

Adjust Servings:
per la frolla
200gr farina di quinoa
150gr nocciole no B AB, utilizza mandorle
120gr burro vegetale per dolci
80gr zucchero a velo (senza glutine)
1 uovo
5 g farina di bucce di psillio
3 g inulina da cicoria
mezzo cucchiaino cannella in polvere no gs 0 B
4 chiodi di garofano tritati fini
mezzo cucchiaino vaniglia polpa no gs 0
1 cucchiaino buccia di limone
5 g bicarbonato
3 g cremortartaro
un pizzico sale fino
300gr confettura di lamponi
per la finitura
20gr mandorle a lamelle
1 tuorlo
2 cucchiai acqua naturale

Quante volte a settimana

entro il pomeriggio
occasioni speciali

Aggiungi questa ricetta ai preferiti

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Caratteristiche:
  • gruppo 0
  • gruppo A
  • gruppo AB
  • gruppo B
  • senza glutine
  • senza lattosio
  • senza semi

La celebre crostata austriaca, veramente speciale per fragranza, profumo, sapori.

  • 1 ora + refrigerazioni
  • Porzioni 10
  • Media

Ingredienti

  • per la frolla

  • per la finitura

Introduzione

Condividi

La linzer torte è forse la crostata più buona che io conosca. La faccio da vent’anni e la versione per la cucina dei gruppi sanguigni non ha nulla da invidiare a quella originale.

La Linzer Torte, una torta antica. E’ rimasto un segreto sia l’inventore (o inventrice) sia chi le diede il nome. La prima ricetta risale a 350 anni fa, quando la Linzer era già popolare e diffusa e veniva cotta, curiosità del barocco, in una scodella d’argento, in Austria. Ci sono molte ricette e varianti. Questa è la mia versione. Ho provato a farla sia con nocciole che con mandorle: è buonissima in entrambe le versioni.

La componente grassa è fondamentale in questo dolce, una frolla grassa che ben si sposa con l’acidulo della confettura di lamponi, quasi senza zucchero. Attenzione quando la lavori: deve essere freddissima e stendila tra due fogli di carta forno, aiutandoti con una spatola per trasferirla sulla tortiera. Qui la ricetta dell’infallibile burro per dolci che ho messo a punto:

Burro vegetale per dolci

Per le crostate, specialmente le nostre, fragili per la mancanza di glutine, è buona cosa dotarsi di tortiere con il fondo removibile. In questo modo quando è cotta, toglierai il bordo e sarà facile, una volta raffreddata, spostarla dalla base.

 

(Visited 1.615 times, 1 visits today)

Fasi di lavorazione

1
Fatto
10 minuti + refrigerazione

prepara la frolla

Tosta a secco le nocciole (o le mandorle per gruppi B AB) in padella per qualche minuto, poi tritale finemente. Unisci la farina di quinoa al bicarbonato, al cremortartaro, all'inulina e al sale mescolando molto bene. Trita finemente i chiodi di garofano. Impasta il burro vegetale e lo zucchero, aggiungi la farina di quinoa, le nocciole (o mandorle) tritate finissime, l’uovo, la buccia di limone grattugiata e le spezie. Fai riposare la frolla stesa tra due fogli di carta forno in frigo per almeno 8 ore. Prepara una tortiera, possibilmente con la base removibile, ungendola con burro vegetale e rivestendola di farina di nocciole.

2
Fatto
10 minuti + refrigerazione

confeziona la crostata

Riprendi l'impasto e taglialo in quattro parti. Spianane tre quarti a circa 1,5 cm di spessore per un diametro di 25 cm, tra due fogli di carta forno, con il mattarello. Attenzione perchè è molto grassa e morbida. Rovescia la frolla sulla tortiera, aiutandoti con una spatola. Spalmaci sopra la marmellata di ribes. Il resto della pasta va disposto sopra come orlo e strisce a forma di grata. Lucida la superficie dell’orlo e della grata con un l'uovo emulsionato con l'acqua. Copri l’orlo e la grata di sottili fette di mandorla. Rimettila in frigo per 30 minuti.

3
Fatto
40 minuti

cuoci

Cuoci la linzer in forno per 40 minuti a circa 175 gradi. Fai raffreddare su una gratella.

SaraGiulia

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, usa il form sottostante per scrivere la tua recensione
precedente
Crostata alla crema di limone meringata
successiva
Burro di mele
precedente
Crostata alla crema di limone meringata
successiva
Burro di mele

Aggiungi commento

Translate »