Macco di fave con cicoria saltata
Buonissimo, Sicily I love u!

0 0
Macco di fave con cicoria saltata

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredients

Adjust Servings:
per i maltagliati (facoltativo)
100gr farina di fave (denaturata)
1grande uova
7gr lecitina di soya
10gr olio evo
poco, tritato fine rosmarino
un pizzico sale fino
per il macco
300gr fave secche decorticate
100gr cipolla bionda
50gr carota
50gr sedano
20gr finocchietto selvatico
40gr olio evo
a piacere sale fino
per la catalogna
500gr catalogna
1 fesa aglio
1 peperoncino fresco no gruppo A AB
20gr olio evo
a piacere sale fino

Nutritional information

pranzo
2 volte al mese

Bookmark this recipe

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Features:
  • Diabete
  • gruppo 0
  • gruppo A
  • gruppo AB
  • gruppo B
  • Perdi Peso
  • senza frutta secca
  • senza glutine
  • senza lattosio
  • senza semi
  • senza zucchero

dalla tradizione siciliana alla dieta del gruppo sanguigno per un piatto squisito naturalmente privo di glutine.

  • 1 ora + riposo + ammollo
  • Serves 4
  • Medium

Ingredients

  • per i maltagliati (facoltativo)

  • per il macco

  • per la catalogna

Directions

Share

Il macco di fave con cicoria saltata, in questa versione a minestra, è un piatto squisito della tradizione siciliana.

Che buono il macco! Continua il mio amore incondizionato per la cucina siciliana, di cui questo piatto è un degno rappresentante: naturalmente senza glutine, esiste in molte versioni, con la pasta, con il pane, con o senza la catalogna amara di fianco, a bilanciare la dolcezza delle fave.

La mia versione odierna si avvicina a quella di  siciliancreativiincucina , un bellissimo blog. Ovvero alla siciliana, con dentro la pasta (di fave). Hai due opzioni per la realizzazione: o con maltagliati di fave o pasta di fave o con pane croccante di fave, di cui puoi trovare qui la ricetta.

Pane di fave senza lievito

Finisco il piatto con catalogna saltata in padella.

Attenzione: utilizza fave decorticate, per una maggior delicatezza del piatto e per un minor ammollo del legume. Difatti così ti bastano un paio d’ore di ammollo con una punta di bicarbonato, che facilita la cottura e riduce i fitati , responsabili di gonfiori. Sala i legumi sempre a fine cottura, così non si disferanno.

Procurati da qualcuno il finocchietto selvatico: è il cuore della ricetta. In ogni caso non piangere se non lo trovi, rimedia con finocchietto  coltivato.

Per la pasta la farina di fave deve essere denaturata in forno per 3 ore a 90 °C. Naturalmente non solo questa piccola quantità. puoi denaturarne un kg e poi tenerla in comodi barattoli di vetro. Si conserva per mesi.

Puoi anche realizzare il macco di fave con cicoria saltata SENZA PASTA: sarà meno succulento, tuttavia ugualmente buono.

 

(Visited 1.467 times, 1 visits today)

Steps

1
Done
20 minuti + riposo

prepara i maltagliati (facoltativo)

Sciogli la lecitina in poca acqua calda, poi uniscila agli altri ingredienti nel mixer e ottieni una palla morbida, aggiungendo pochissima acqua se necessario. Fai riposare almeno 6 ore, meglio una notte. Poi tirala non sottilissima con la sfogliatrice o con il mattarello e ricava delle tagliatellone corte e irregolari che disporrai su un vassoio infarinato con farina di fave.
Se utilizzi pane di fave, taglialo in 4 fette, passale in forno fino a quando si asciugano e strofinale con aglio fresco.

2
Done
30 minuti

prepara il macco

Sciacqua le fave decorticate sotto acqua fresca, dopo averle lasciate in ammollo un paio d'ore con bicarbonato. Taglia al velo la cipolla e in brunoise (cubetto piccolissimo), sedano e cipolla. Trita il finocchietto e tienilo da parte. Fai appassire leggermente il mirepoix (sedano carota cipolla aglio) in un velo d'olio caldo con un cucchiaio d'acqua, in una casseruola medio-alta. Unisci le fave e dopo un paio di minuti copri con acqua calda. Ora incoperchia e fai cuocere a fuoco lentissimo fino a quando le fave si disfano. A mezza cottura unisci il finocchietto tritato. Aggiungi spesso acqua calda e gira con un cucchiaio di gomma o legno, perchè il legume tende ad attaccare quando comincia a disfarsi.

3
Done
10 minuti

prepara la catalogna

Monda e taglia in pezzi lunghi 4cm la catalogna. Taglia il peperoncino per il lungo, privalo di semi e filamenti, quindi taglialo a striscioline sottili (taglio julienne). Sbollenta la catalogna qualche minuto in acqua bollente salata, poi scola. Falla saltare in padella con l'aglio e il peperoncino per qualche altro minuto, regolando di sale, mentre la zuppa di fave cotta sta riposando.

4
Done
15 minuti

finisci il piatto

Mantieni la zuppa di fave abbastanza liquida e al bollore mettici dentro i maltagliati. Fai cuocere altri cinque minuti fino a quando è densa al punto giusto. Se utilizzi pane di fave immergilo per qualche minuto nella zuppa e cuoci. Fai riposare qualche altro minuto. Versa un mestolo di macco nella fondina, sopra un giro d'olio evo crudo e pepe di cayenna. Sopra un nido di catalogna.

SaraGiulia

Recipe Reviews

There are no reviews for this recipe yet, use a form below to write your review
previous
Passatelli in brodo
next
Vellutata di piselli freschi e barbabietola
previous
Passatelli in brodo
next
Vellutata di piselli freschi e barbabietola

Add Your Comment

Translate »