Miniquiche al radicchio e noci
Irresistibili: scopri la ricetta!

0 0
Miniquiche al radicchio e noci

Condividi sul tuo social network:

Oppure puoi copiare e condividere questo indirizzo url

Ingredienti

Adjust Servings:
per la base
160 g farina di miglio o saraceno o quinoa
70 g farina di mandorle
7 g farina di bucce di psillio
70 g margarina artigianale
30 ml circa acqua fredda
1 uovo
2 g inulina da cicoria
1 pizzico sale fino
per il ripieno
300 g radicchio tardivo di treviso
150 g form. di capra semistag/tofu oppure tofu
1 cucchiaio cipolla tritata
70 g noci
1 cucchiaio olio evo o vinacciolo
per la liason
200 ml latte di mandorle
2 uova medie
2 g farina di semi di carrube
1 pizzico sale fino

Quante volte a settimana

pranzo
1 volta a settimana

Aggiungi questa ricetta ai preferiti

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Caratteristiche:
  • gruppo 0
  • gruppo A
  • gruppo AB
  • gruppo B
  • senza glutine
  • senza semi
  • senza zucchero

La torta salata per eccellenza.

  • 1 ora e 5 minuti
  • Porzioni 8
  • Media

Ingredienti

  • per la base

  • per il ripieno

  • per la liason

Introduzione

Condividi

Le miniquiche al radicchio e noci sono un piatto veramente goloso, che non distinguerai da una quiche tradizionale.

Innanzitutto un po’ di chiarezza su cosa è la quiche.

  • la torta salata per eccellenza: di origine francese è la madre di tutte le torte salate, la più famosa è la quiche lorraine, con la variante alsacienne (con le cipolle), a base di pancetta e groviera.
  • come è fatta: è una torta salata aperta, con tre componenti ben distinte:
  • base: la base della quiche è di pasta brisè, con o senza uova. Orrore le quiche fatte con pasta sfoglia (che comunque noi non riusciamo a riprodurre), troppo grassa e burrosa. Si cuoce prima a secco per qualche minuto, in modo che poi, nella cottura con il ripieno, la base non resti semicruda.
  • ingredienti caratterizzanti: sono quelli che vanno messi sul guscio di brisè e possono variare. Nel nostro caso radicchio, noci e formaggio di capra blu semistagionato. Ma potrebbe essere anche spinaci e ricotta, salmone e verza, zucca e funghi e quanto la tua fantasia può concepire.
  • liason: la salsa fluida a base di uova, panna e parmigiano che serve a legare (liason) il ripieno in cottura. Noi di solito la prepariamo con latte di mandorle, uova e lievito secco in scaglie. (Non in questo caso, data la presenza del formaggio blu di capra).

Alla scuoladicucinagrupposanguigno abbiamo preparato le miniquiche al radicchio e noci utilizzando formaggio blu (erborinato) di capra semistagionato, perfetto con questi ingredienti. Saltuariamente scaldo i formaggi, e in questo caso proprio ci vuole. Se non fai uso di formaggi, sostituiscilo con tofu alla piasta.

Puoi realizzare le miniquiche al radicchio e noci anche in uno stampo unico per crostate con fondo removibile, oppure in piccoli stampini antiaderenti, noi abbiamo utilizzato questi, ottimi perché non necessitano di carta forno o e non devono essere unti, avendo anche il fondo removibile:

Puoi vedere la preparazione della pasta brisè che fa da base alla quiche in questo video:

(Visited 963 times, 2 visits today)

Fasi di lavorazione

1
Fatto
5 minuti + refrigerazione

prepara la brisè

Amalgama tutti gli ingredienti in un robot da cucina fino ad ottenere una palla consistente eppure morbida. Stendi l'impasto sottile, con il mattarello, tra due fogli di carta forno unti e riponi almeno 1 ora nel frigo, meglio tutta la notte.

2
Fatto
10 minuti + refrigerazione

sagoma i gusci di brisè

Riprendi l'impasto, sagoma dei cerchi con un coppapasta da 8/10 cm e trasferiscili negli stampini. Se usi una teglia unica, deve essere di diametro 22. Se la teglia non è antiaderente e con fondo removibile, lascia sotto il foglio di carta forno. Pareggia bene i bordi. Bucherella il fondo. Riponi di nuovo in frigo per 15 minuti.

3
Fatto
10 minuti

precuoci i gusci di brisè

Inforna a secco i gusci di brisè, per circa 10 minuti a 180°C. In questo modo quando andrai a cuocere le minquiche, il fondo sarà ben asciutto e la massa del ripieno non lascerà semicruda la base.

4
Fatto
10 minuti

prepara il ripieno

Taglia il radicchio a julienne e fallo appassire con la cipolla, in un velo d'olio caldo, regolando di sale. Taglia a cubettini il formaggio blu di capra. Taglia a metà le noci.

5
Fatto
10 minuti

prepara la liason

Fai scaldare il latte di mandorle con il sale, sposta dal fuoco e incorpora la farina di semi di carrube con una frusta, avendo cura che non rimangano grumi. Se così fosse, frulla con il frullatore ad immersione. Raffredda e incorpora le uova una ad una, sbattendo con la frusta fino ad ottenere una crema omogenea.

6
Fatto
25/40 minuti

monta le quiche e cuoci

Disponi il radicchio e 2 o 3 cubetti di formaggio sul fondo della quiche. Ricopri con la liason e metti sopra qualche mezza noce. Inforna a 180°C per circa 25 minuti. Se usi uno stampo unico potrebbero volerci fino a 40 minuti. Devono essere dorate ma non bruciate in superficie. Lascia intiepidire le miniquiche prima di sformarle.

SaraGiulia

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, usa il form sottostante per scrivere la tua recensione
precedente
Bollito misto alla piemontese
successiva
Brasato di manzo
precedente
Bollito misto alla piemontese
successiva
Brasato di manzo

4 Commenti Nascondi i commenti

Grazie Luisa! Ho corretto l’espressione. Volevo dire che di solito mettiamo il lievito secco al posto del formaggio. In questa ricetta però c’è già un formaggio saporito, quindi non lo mettiamo. 🙂

Formaggio semistagionato di capra erborinato… lo gustavo già prima della dieta è squisito. Lo trovi anche nei supermercati forniti. E’ una specie di gorgonzola DI CAPRA, naturalmente non grasso come quello vaccino 🙂

Aggiungi commento

Translate »