Pane di quinoa senza lievito
Un pane facilissimo da realizzare, scopri la ricetta!

1 0
Pane di quinoa senza lievito

Condividi sul tuo social network:

Oppure puoi copiare e condividere questo indirizzo url

Quante volte a settimana

colazione
pranzo
2 volte a settimana

Aggiungi questa ricetta ai preferiti

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Caratteristiche:
  • gruppo 0
  • gruppo A
  • gruppo AB
  • gruppo B
  • senza glutine
  • senza lattosio
  • senza zucchero

Un pane veloce da realizzare, senza glutine, latticini, lievito di birra.

  • 1 ora
  • Porzioni 12
  • Facile

Ingredienti

Introduzione

Condividi

Il pane di quinoa senza lievito è un pane all’americana, quelli realizzati con backing powder (bicarbonato) e cremortartaro, con aggiunta di albumi per far alzare l’impasto. Sono pani della tradizione anglosassone, adatti soprattutto alle colazioni salate, lì molto in voga.

Questo tipo di pani, a lievitazione istantanea, sono indicati soprattutto per le persone intolleranti al lievito di birra. 

Hanno una consistenza più asciutta di quelli con lievitazione naturale o con lievito di birra, di facile e veloce esecuzione.

La farina di quinoa è termotrattata 3 ore a 90°C in forno. Risulta indubbiamente più digeribile, non amara e senza odore.

Ti ricordo che il bicarbonato e il cremortartaro agiscono istantaneamente, ovvero devi infornare subito gli impasti che li contengono, altrimenti l’impasto si sgonfia.

Puoi insaporire e cospargere la superficie del pane con semi a piacere, secondo il tuo gruppo sanguigno (sesamo, girasole, zucca 0 A), canapa, lino, prima di infornare. Puoi utilizzare farina di quinoa bianca, rossa o nera. Noi ne abbiamo realizzati 2 , uno con farina bianca e uno con farina rossa. Quella rossa e quella nera rendono indubbiamente di più, sia come lievitazione, che come consistenza e soprattutto, non hanno taccia di sapore amaro. Trovi quella nera online:

 

farina di quinoa nera

oppure devi fartele da te con un mulino.

Seguendo le istruzioni avrai un pane ben lievitato, che puoi fare a fette e congelare, oppure biscottare a 80°C  per circa 4 ore, girando le fette a metà asciugatura. Se utilizzi questa temperatura bassa, la biscottatura sarà perfetta, come quelle che trovi in commercio.

Anche lo stampo è importante: utilizza uno stampo da plum cake in alluminio. Non utilizzare stampi in silicone perché non tengono la forma e fanno rimanere il pane troppo umido all’interno. Questo è il top, forato, in modo da far asciugare perfettamente il tuo pane all’interno:

Per approfondire e capire perché ci vogliono questi ingredienti vai a questo articolo:

Fare un buon pane senza lievito: istruzioni

(Visited 9.380 times, 1 visits today)

Fasi di lavorazione

1
Fatto
5 minuti

prepara gli ingredienti

Mescola bene gli ingredienti secchi (farina di quinoa, sale, bicarbonato). Polverizza la lecitina con un macinacaffè. Frullala l'acqua tiepida e successivamente aggiungi la farina di semi di carrube, per ultimo l'olio. Monta gli albumi a neve fermissima con il cremortartaro inserito a metà montaggio.

2
Fatto
2 minuti

finisci l'impasto

Ora versa a filo l'acqua/gel nell'albume, e contemporaneamente la farina a pioggia, gradatamente, continuando a rivoltare il composto senza smontare, con una spatola di gomma o una frusta, fino a quando tutto è omogeneo e morbido.

3
Fatto
55 minuti circa

cuoci

Trasferisci in uno stampo da plum cake da 27 cm, rivestito con carta forno e leggermente unto d'olio. Puoi cospargere il pane con semi di sesamo (gruppi 0 A) o lino o canapa. Inforna a 170 °C per circa 40 minuti, poi prosegui la cottura altri 15 minuti circa fuori stampo. Il pane deve essere asciutto all'interno. Se lo batti con le dita deve avere un rumore "sordo".

4
Fatto

raffredda e conserva

Capovolgi il pane e lascialo raffreddare completamente su una gratella. Poi puoi tagliarlo a fette e congelarle, separandole con foglietti di carta forno. Oppure tostare le fette per circa 4/5 ore a 80°C, a bassa temperatura. In questo modo saranno asciutte e croccanti come quelle che acquisti.

SaraGiulia

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, usa il form sottostante per scrivere la tua recensione
precedente
Vellutata di piselli freschi e barbabietola
successiva
Quick bread alla zucca e salvia (senza lievito di birra)
precedente
Vellutata di piselli freschi e barbabietola
successiva
Quick bread alla zucca e salvia (senza lievito di birra)

20 Commenti Nascondi i commenti

Ciao sei bravissima! E le tue ricette vengono sempre! Ti segnalo che manca l’indicazione di 3 albumi montati a neve nella lista degli ingredienti (che sono invece indicati nel procedimento ma senza il numero preciso) .. io sono andata a vedere sul tuo sito dentrolacucinaconsara. Grazie mille 🙂

Ciao Monica, trasferendo dal vecchio blog ho perso un pezzo (ora è a posto). I lieviti vanno mescolati alla parte secca. 🙂

Ciao Sara!
Ho proprio voglia di farlo questo pane, però non ho la farina di semi di carrube (la dovrò ordinare online), posso sotituirla con la cuticola/farina di psillio?
Ti ringrazio in anticipo per la tua cortese risposta.
Antonella

Ciao Sara io oggi ho fatto il pane senza lievito però invece di farina di chinoa ho messo di miglio e apposto dell’ acqua ho messo il latte di soia è venuto bene almeno credo certo nn come te’ le tue ricette mi riescono sempre , perché sei una persona molto attenta , sei il numero 1 grazie buon pomeriggio 💐💐💐💐

Tesoro bravissima! incito sempre i miei allievi e followers a sperimentare con il sale in zucca! Le mie ricette sono testate e ritestate alla scuoladicucinagrupposanguigno, e anche perché sono una professionista e dietro a ogni ricetta c’è un lungo, approfondito studio degli alimenti, delle associazioni, delle temperature, delle consistenze. 🙂

Ciao Sara la cuoca più brava, ovolevo farti sapere che oggi ho fatto il questo pane, con farina di saraceno due tuorli e Quattro chiare ,a posto dell’acqua ho messo latte di soia nn. So se vanno bene i tuorli nn avevo più le uova il pane sembra venuto bene è ancora.cora i n forno quando lo apro ti faccio sapere grazie infinite buon pomeriggio 😘🌹🌹

Ciao Sara il pane l’ho affetto ed è venuto nn troppo bene io penso che quando ho incorporato la farina nell’albume ho usato le fruste elettriche sicuramente sarà stato lì che ho sbagliato? .li pane è rimasto compatto, cioè poco aperto ti ringrazio della risposta buona serata .😘😘

Patrizia, sconsiglio vivamente il tuorlo nei pani (non sono più pani poi tra l’altro, piuttosto plum cake salati), perché il tuorlo asciuga e ha funzioni opposte a quello che volgiamo ottenere (alveolatura). Inoltre gli albumi vanno sempre incorporati con frusta o spatola A MANO altrimenti smonti tutto. Certamente sarà rimasto una mattonella! (tritalo tosta in forno e tienilo come pangrattato). Segui alla lettera le istruzioni e ti verrà un pane buonissimo. Specialmente nei prodotti da forno non è una buona idea sostituire, cambiare etc. Leggi questo articolo in proposito 🙂 : http://www.ricettedietagrupposanguigno.com/undicesimo-comandamento-non-sostituire/

Ho messo tutto il gel nell’albume e mi si è smontato 😩. Quindi incorporato la farina piano piano piano ma ormai non c’era più storia. Ma ho un dubbio, poteva essere il gel non freddissimo o è proprio la procedura sbagliata?

Aggiungi commento

Translate »