Pardulas
Squisiti: scopri la ricetta!

0 0
Pardulas

Condividi sul tuo social network:

Oppure puoi copiare e condividere questo indirizzo url

Quante volte a settimana

occasioni speciali

Aggiungi questa ricetta ai preferiti

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Caratteristiche:
  • gruppo A
  • gruppo AB
  • gruppo B
  • senza semi
Cucina:

    Pasticcini delicatissimi, pasquali, fragranti e con un cuore soffice.

    • 50 minuti
    • Porzioni 26
    • Media

    Ingredienti

    • per la sfoglia

    • per il ripieno

    Introduzione

    Condividi

    Le pardulas sono dolcetti tipici sardi, un guscio sottile di pasta matta (semola, acqua olio o strutto) e un ripieno generoso di ricotta di pecora addolcita e insaporita con zafferano. Si gustano principalmente nel periodo pasquale, tuttavia sono disponibili tutto l’anno.

    Sono squisite, le ho assaggiate molte volte, appena arrivate dalla Sardegna. dove l’uso dello zafferano nei dolci è abbastanza comune.

    Ho anche tentato varie volte di rifare le pardulas, con le farine che abbiamo a disposizione, e il problema rimaneva sempre quel guscio sottile. Alla scuoladicucinagrupposanguigno, quest’anno le abbiamo finalmente realizzate con risultati soddisfacenti.

    Puoi utilizzare farina di quinoa termotrattata per 3 ore a 90°C in forno, in modo da togliere amaro e odore, oppure farina di chufa.

    I’additivo fondamentale per la lavorabilità della sfoglia è l’inulina. La trovi nei negozi specializzati oppure online:

    Le pardulas possono essere preparate il giorno prima e riposte in luogo fresco e areato (non frigo). Non congelarle, le distruggeresti.

    (Visited 613 times, 4 visits today)

    Fasi di lavorazione

    1
    Fatto
    10 minuti + riposo

    prepara la sfoglia (il giorno prima)

    Mescola accuratamente la farina di chufa o quinoa con quella di mandorle, lo psillio, l'inulina, il bicarbonato il cremortartaro e il sale. Sciogli a fuoco dolce il burro con il latte di mandorle e lo zucchero. Lascia raffreddare. Impasta nell'impastatrice a foglia le farine con il composto fluido. Ottieni un impasto molto morbido. Stendilo alto 3 mm tra due fogli di pellicola e fai raffreddare in frigo per almeno 4 ore, meglio 12.

    2
    Fatto
    5 minuti

    prepara la ricotta (il giorno prima)

    Disponi la ricotta su un canovaccio pulito steso su un setaccio con sotto un contenitore. Riponi in frigo la ricotta, ricoperta con i lembi del canovaccio, a perdere il siero, per una notte o 8 ore.

    3
    Fatto
    10 minuti

    prepara il ripieno

    Setaccia la ricotta. Amalgama a mano con un cucchiaio la ricotta setacciata, i tuorli, lo zucchero, la farina, la scorza degli agrumi, lo zafferano preventivamente sciolto in un goccio di latte di mandorle. Trasferisci in sac a poche con bocchetta larga e liscia.

    4
    Fatto
    25 minuti

    confeziona le pardule

    Riprendi la sfoglia e sagoma dei dischetti di circa 8 cm, con un coppapasta. Per facilitare la pizzicatura inserirli negli stampini per muffin di alluminio imburrati (no silicone!). Riempi i dischetti con il composto di ricotta e pizzica i bordi della sfoglia in sei - sette punti formando il classico cestinetto.

    5
    Fatto
    30 minuti

    cuoci

    Inforna le pardulas in forno già caldo a 170° C circa per 30 minuti . Al momento di consumarle spolverizzate con zucchero a velo. Si conservano in luogo fresco e areato per 2 gg al massimo.

    SaraGiulia

    Recensioni della ricetta

    Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, usa il form sottostante per scrivere la tua recensione
    precedente
    Ciambella pasquale piemontese
    successiva
    Torta di Pesach ai pomplemi e mandorle
    precedente
    Ciambella pasquale piemontese
    successiva
    Torta di Pesach ai pomplemi e mandorle

    Aggiungi commento

    Translate »