Prosciutto di tacchino Torihamu
provalo! lo vorrai rifare ogni settimana

5 0
Prosciutto di tacchino Torihamu

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredients

Adjust Servings:
750gr circa fesa di tacchino gruppo 0 e A anche pollo
2 cucchiai sciroppo d'acero puoi utilizzare miele al posto dello sciroppo d'acero
3 cucchiai sale fino
6gr salvia tritata
6gr rosmarino tritato
6gr maggiorana tritata
6gr timo tritato
5gr zenzero fresco grattuggiato (facoltativo)
3gr curcuma in polvere (facoltativa)
1 sacchetto cottura dietetica alimenti
1 sacchetto plastica per alimenti
50cm circa spago da cucina

Nutritional information

colazione
pranzo
cena

Bookmark this recipe

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Features:
  • Diabete
  • gruppo 0
  • gruppo A
  • gruppo AB
  • gruppo B
  • Patologie Autoimmuni
  • Perdi Peso
  • senza amidi
  • senza frutta secca
  • senza glutine
  • senza lattosio
  • senza semi
  • senza uova
  • Tiroide

Prepara il tuo affettato di tacchino a casa: buonissimo e sicuro, con questa ricetta facile, dal Giappone

  • 35 minuti + marinatura e riposo
  • Serves 8
  • Easy

Ingredients

Directions

Share

Il prosciutto di tacchino Torihamu può diventare una delle tue basi di ricette, da rifare anche settimanalmente. Difatti è molto versatile: va bene per tutti i gruppi sanguigni e puoi comodamente congelarlo a fette. Nella Dieta del gruppo sanguigno le carni di tacchino sono molto consigliate perchè leggere, e digeribili. Procurati carni di tacchino provenienti da allevamenti consapevoli (bio oppure prodttori ruspanti che allevano aterra, senza ormoni e senza antibiotici).

Gli affettati di maiale ( prosciutto, pancetta, coppa, speck, salami) sono tra gli alimenti più difficili da lasciar perdere nella dieta del gruppo sanguigno. Tuttavia abbiamo a disposizione bresaola  e sfilacci di cavallo (per grupp0 e B), pollo e tacchino per tutti. A parte il costo molto alto, gli affettati di carne bianca  che si trovano nei supermercati sono spesso pieni di nitriti e nitrati, glutine, lattosio, nonchè la carne in origine con cui sono stati fatti è di dubbia provenienza. Stagionare le carni da sè non è facile, richiede tempi lunghi e non c’è controllo sicuro sul deterioramento che può intervenire nella conservazione.

Dal Giappone abbiamo una tecnica sicura , tradizionale che garantisce un prodotto ottimo sia da mangiare subito, sia da congelare in porzioni. Questa tecnica ha spopolato anche nei paesi anglosassoni. Sul web trovi parecchie versioni, innanzitutto questa  di Armonia Paleo, grandissima nella realizzazione di piatti a base di carne. Si tratta in pratica di trattare tacchino o pollo con una lunga marinatura con sale, erbe aromatiche e miele o sciroppo d’acero e poi di una breve cottura di circa 20 minuti. Gli zuccheri della marinatura servono a “stagionare” le carni e non penetrano (come nel salmone non affumicato), quindi la preparazione va bene anche per persone con patologie che richiedono l’eliminazione completa degli zuccheri.

Procurati i sacchetti per cotture dietetiche (reperibili in qualsiasi supermercato nel reparto sacchetti alimentari, pellicola carta forno etc) prima di cominciare. Ti sconsiglio l’avvolgimento in carta forno + alluminio: l’alluminio rilascia elementi in cottura e comunque l’acqua filtrerebbe.

Nelle ricette che ho visto in giro la cottura consigliata è 5/7 minuti: ho notato che la carne (probabilmente perchè la quantità e superiore e io utilizzo carni ruspanti) così rimane troppo rosata (quasi cruda), quindi ho raddoppiato i tempi di cottura. Dovrai fare delle prove, molto di pende dalla consistenza della carne che stai utilizzando.

Per questa ricetta ho utilizzato:

 

(Visited 17.164 times, 12 visits today)

Steps

1
Done
5 minuti

prepara il tacchino per la marinatura

Elimina con un coltello affilato eventuale grasso e cartilagini dalla carne. Taglia il petto di tacchino a libro, incidendolo profondmente per il lungo. Dividi le aromatiche a metà e mescolale. (3gr maggiorana+3gr timo+3gr santoreggia+gr salvia+3gr rosmarino). Mescola miele, sale, la prima dose di aromatiche e altri insaporitori che hai scelto in una terrina e massaggia con cura la carne.

2
Done
48 ore

fai la marinatura

Trasferisci il tutto nel sacchetto alimentare (quello normale per conservazione alimenti), sigilla bene togliendo l'aria e massaggia ancora , per coprire bene tutta la superficie della carne. Se hai il sottuovuoto puoi sigillare completamente dopo aver ben distribuito la marinatura, come ho fatto io. Riponi il sacchetto con la carne in frigo per 48 ore (due giorni). Se riponi sottovuoto puoi arrivare a 72 ore.

3
Done
1 ora

dissala la carne

Togli la carne dl sacchetto e sciacqua bene il tacchino sotto acqua fredda corrente, poi lascialo in ammollo di acqua fredda per un'ora: in questo modo tutto il sale e gli zuccheri saranno rimossi, facendo però rimanere tutto l'aroma e il sapore alla carne.

4
Done
5 minuti

prepra la carne per la cottura

Riprendi il petto di tacchino, asciugalo perfettamente con carta cucina, legalo con spago da cucina in modo da mantenere la forma in cottura. Cospargilo con la seconda dose di aromatiche. Riponi il tacchino nel sacchetto per cotture (non utilizzare semplici sacchetti da freezer che non sono adatti alle cotture e rilascerebbero elementi nocivi!)

5
Done
2 ore

cuoci e lascia raffreddare la carne

Immergi il sacchetto con la fesa di tacchino per 15/20 minuti in acqua in ebollizione. Poi spegni e lascia raffreddare completamente nell'acqua. Togli dall'acqua e dal sacchetto e affetta.

6
Done

conservazione

5 giorni in frigo, ben chiuso, oppure puoi affettarlo con l'affettatrice o al coltello e congelarlo in porzioni sigillate.

SaraGiulia

Recipe Reviews

There are no reviews for this recipe yet, use a form below to write your review
previous
Rotolo di tacchino alle castagne e prugne
next
Pasta biscotto savoiardo
previous
Rotolo di tacchino alle castagne e prugne
next
Pasta biscotto savoiardo

19 Comments Hide Comments

esatto. dipende anche dal pezzo. puoi arrivare fino a 25. il tacchino ha già subito una “non cottura” con la lunga marinatura, il sale e lo sciroppo d’acero.

Ciao, complimenti per il libro, regalo per il mio compleanno dai miei figli. Volevo chiederti se uso erbe essiccate, uso lo stesso peso? Grazie

Buongiorno Sara, anche per la cottura posso usare il sottovuoto? Ho la macchinetta e i sacchetti… credo che si possano utilizzare in acqua bollente

ciao Maria Angela. Lo sciroppo di datteri è troppo dolce e con un sapore che non combina con questa ricetta. Allora meglio miele.

Ho comprato Cuki sacchetti forno cottura dietetica. C’e’ scritto : cottura in forno a microonde e tradizionale. Domanda: posso metterli in acqua bollente? Grazie per la risposta

Si puoi utilizzarli per un periodo breve come in questa ricetta e con l’acqua che sfiora i 100°C. Dovresti lasciare fuori dall’acqua il punto in cui chiudi il sacchetto, se no l’acqua entra.

Add Your Comment

Translate »