Ravioli di piselli al salmone
Delicatissimi, sottili, squisiti, non si rompono in cottura: scopri come nella ricetta!

2 0
Ravioli di piselli al salmone

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredients

Adjust Servings:
per la pasta
250gr farina di piselli (denaturata)
5 gr farina di psillium
20gr lecitina di soya
3 piccole uovo
20ml acqua naturale
15gr olio di vinacciolo
un pizzico sale fino
per il ripieno
1 kg salmone fresco
30gr scalogno
3 gr semi di finocchio
un pizzico pepe nero a mulino no gruppo A AB
a piacere sale fino
per la crema all'aglio
200gr salmone non affumicato facoltativo
6 spicchi aglio
100ml latte di mandorle
un ciuffo aneto
2 gr farina di semi di carrube
20gr olio di vinacciolo
a piacere sale fino
150gr piselli freschi/gelo facoltativo

Nutritional information

pranzo
occoasioni speciali

Bookmark this recipe

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Features:
  • gruppo 0
  • gruppo A
  • gruppo AB
  • gruppo B
  • senza frutta secca
  • senza glutine
  • senza lattosio
  • senza semi
  • senza zucchero

Ravioli di piselli, con salmone e una delicata salsa che li ammanta: perfetti per un'occasione speciale.

  • 1 ora + riposo
  • Serves 4
  • Medium

Ingredients

  • per la pasta

  • per il ripieno

  • per la crema all'aglio

Directions

Share

I ravioli di piselli al salmone, delicati e gustosi, sono un primo piatto eccellente per le tue occasioni speciali. Ti sfido ad offrirli a commensali che non seguono l’alimentazione secondo il gruppo sanguigno: rimarranno stupiti dalla bontà del piatto, privo di glutine, burro, latticini.

La sfoglia così realizzata , con farina di semi di psillio e lecitina di soya, rimane molto più elastica ed è facile realizzare ravioli che non si rompono. La tecnica cinese della cottura a vapore poi, permette di mantenerli perfettamente integri anche in cottura. L’ho già utilizzata per i ravioli di ceci al baccalà.

La consistenza dell’impasto è importante e ogni farina, anche dello stesso legume può richiedere più o meno acqua o uova: quindi se con queste dosi ottieni un impasto duro aggiungi un uovo oppure poca acqua. La consistenza deve essere sostenuta ma non dura.

Ribadisco la denaturazione delle farine di legumi, specialmente per tirare la pasta fresca: risulta più lavorabile e anche più digeribile. Vedo che qualcuno fa questa operazione in padella per 15 minuti: la cottura in padella è troppo violenta, la farina non va tostata, ma denaturata con la procedura di passarla in forno a 90 °C per tre ore.

Non ti spaventare per la crema all’aglio, come nella ricetta con un condimento simile, il sapore è incredibilmente delicato e ben si sposa con il salmone e i piselli.

L’effetto melange è dato dalle due salse non completamente mischiate.

Puoi anche congelarli, e cuocerli direttamente per qualche minuto in più.

E’ presente il vino bianco secco, associazione non indicata con i legumi. Tuttavia l’esigua quantità svanisce in cottura. Se vuoi omettilo.

(Visited 2.262 times, 1 visits today)

Steps

1
Done
30 minuti + riposo

prepara la pasta fresca

Mescola la farina di piselli con quella di psillio e il sale. Sciogli la lecitina nell'acqua calda. Unisci tutti gli ingredienti (farine, lecitina olio, uova) nella planetaria o in una terrina e amalgama, fino ad ottenere una palla soda, elastica e morbida allo stesso tempo. Riponi con pellicola nel frigo per una notte. Quando avrai pronto il ripieno, tira la sfoglia molto sottile e ricava dei cerchi da 5 cm di diametro, che confezionerai uno ad uno.

2
Done
10 minuti

prepara il ripieno

Cuoci il salmone nel forno, cosparso con i semi di finocchio, sale , lo scalogno tritato e vino bianco, per 10 minuti circa. Poi sfaldalo con le mani, togliendo la pelle e le lische

3
Done
20 minuti

prepara la salsa all'aglio

Taglia il salmone non affumicato a cubettini piccoli (se lo utilizzi). Sbuccia le fese d'aglio, privale dell'anima - non sono crudele, intendo togli il cuore, la parte interna- e sbianchiscile (ovvero sbollentale) in un pentolino con acqua bollente per 4 VOLTE, cambiando ogni volta l'acqua. Fai brasare l'aglio con l'aneto tritato in un velo d'olio caldo con pochissima acqua; regola di sale. Dopo qualche minuto unisci il salmone e irrora con il latte di mandorle portando a cottura lentamente. Spegni e aggiungi la farina di semi di carrube. Ora puoi lasciarla così oppure frullare il tutto fino ad ottenere una salsa fluida, che rimetterai in padella e scalderai un minuto al momento del servizio.

4
Done
10 minuti

prepara la salsa di piselli (facoltativo)

Fai cuocere i piselli in un dito d'acqua bollente, per qualche minuto, regolando di sale e pepe. Frulla montando una crema con olio a filo. Passa il tutto al colino fine (meglio chinois). Rimetti in casseruola per scaldare al momento del servizio.

5
Done
20 minuti

confeziona i ravioli e cuoci

Spennella i cerchi di sfoglia di piselli con albume leggermente sbattuto con una forchetta. Deponi al centro una piccola noce di ripieno e chiudi tenendo il raviolo nel palmo della mano, come un raviolo cinese. Prepara una larga casseruola con dentro 5 cm di acqua, mettici dentro un setaccio d'acciaio o di bambù con sopra un cerchio di carta forno. Sala l'acqua e porta al piccolo bollore. Spennella con olio il foglio di carta forno e deposita sopra i ravioli in piedi e metti un coperchio. Dopo qualche minuto rivoltali per farli cuocere bene anche sopra, sempre coperti.

6
Done
5 minuti

monta il piatto

Disponi un mestolo di crema d'aglio in una fondina. Gocciola sopra con la crema di piselli. Poni al centro 4 ravioli di piselli.

SaraGiulia

Recipe Reviews

There are no reviews for this recipe yet, use a form below to write your review
previous
Ravioli di ceci con baccalà e salsa di pomodoro
next
Fusilli di ceci con cime di rapa e nocciole
previous
Ravioli di ceci con baccalà e salsa di pomodoro
next
Fusilli di ceci con cime di rapa e nocciole

5 Comments Hide Comments

La mia sfoglia di piselli- oltre ad essere molto più verde della tua- é risultata essere una palla dura che nn sono riuscita a lavorare… si rompeva tutta

ciao, hai denaturato la farina di piselli? hai fatto il riposo per una notte in frigo? hai aggiunto la lecitina? queste farine di legumi variano molto nella qualità e nella capacità di idratazione. Quella che hai usato probabilmente necessitava di più idratazione. Quando fai l’impasto, se noti che è troppo duro aggiungi un uovo, oppure poca acqua. Faccio questo impasto sempre, anche durante le lezioni, con tanta gente e poca concentrazione e viene sempre, anche per tagliatelle che non si rompono in cottura. 🙂

Si si farina denaturata 3 ore a 90 gradi. Lecitina usata e lasciato riposare x 1 notte…. in effetti l’impasto era in po duretto…. ok a breve riprovo e ti faccio sapere. Grazie

Ciao complimenti per le ricette.
Io ho un dubbio, per le paste fresche consigli di aggiungere farina di bucce di Psillio 5gr per 250 gr di farina, nella ricetta dei ravioli di piselli parli di farina di semi di psillio che mi sembra non sia la stessa cosa leggendo altri articoli. Grazie dell’aiuto

Grazie. Si infatti, lì è un refuso, farina di bucce/cuticole di psillio è quella da usare per tutto. Scrivo e inserisco centinaia di ricette e qualche volta mi sfuggono dei refusi.

Add Your Comment

Translate »