Ricotta di mandorle alle erbe aromatiche
Facile, leggera e abbinabile a tutti gli alimenti, per le tue ricette salate

0 0
Ricotta di mandorle alle erbe aromatiche

Condividi sul tuo social network:

Oppure puoi copiare e condividere questo indirizzo url

Ingredienti

Adjust Servings:
150gr mandorle senza buccia
30gr olio evo
20gr succo di limone
2gr maggiorana
30ml latte di mandorle anche latte di canapa o soya
2gr timo
5gr erba cipollina
3gr sale fino

Quante volte a settimana

colazione
pranzo
cena
1 volta alla settimana

Aggiungi questa ricetta ai preferiti

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Caratteristiche:
  • Diabete
  • gruppo 0
  • gruppo A
  • gruppo AB
  • gruppo B
  • Patologie Autoimmuni
  • Perdi Peso
  • senza glutine
  • senza lattosio
  • senza uova
  • senza zucchero
  • Tiroide

Prova la ricotta vegan, a base di mandorle, leggera, gustosa e abbinabile a tutti gli alimenti! farcisci le crepes e riempi le torte salate, avranno più morbidezza e digeribilità.

  • 10 minuti + ammollo preventivo
  • Porzioni 4
  • Facile

Ingredienti

Introduzione

Condividi

La ricotta di mandorle è una preparazione utile che deriva direttamente dalla cucina vegana. E’ un’ottima base per quelle preparazioni che vorrebbero la ricotta tradizionale, o anche il caprino fresco, tipo ripieni di torte salate, involtini di salmone o bresaola, farcitura per crepes. Difatti è associabile a qualsiasi alimento e va bene per il gruppo 0, a cui non è consigliata la ricotta vaccina.

Studio da anni, da quando ero vegetariana e anche vegana, le ricette senza latticini e carni e uova: sono uno stimolo per creare piatti leggeri e facilmente abbinabili.

Il procedimento è facilissimo e lo puoi applicare anche ad altra frutta secca oleosa, tipo noci, noci macadamia, noci del brasile, anacardi, nocciole. L’ammollo preventivo in acqua fredda per tutta la notte stimola la germinazione della frutta secca che aumenta la disponibilità della vitamina C, B e caroteni rendendola ancora più digeribile e nutrienteL’ammollo può anche neutralizzare l’acido fitico, sostanza che si trova nella  parte esterna ( buccia) e che può inibire l’assorbimento di calcio, magnesio, ferro, rame e zinco. La buccia inoltre contiene tannini , responsabili del sapore astringente ad esempio delle noci; i tannini vengono dilavati dall’acqua di ammollo, insieme a polveri e sostanze esterne. Semi e frutta secca contengono anche inibitori di enzimi che vengono neutralizzati dalla germinazione.

L’ammollo preventivo insomma, rende la frutta secca più buona, morbida al palato  e, stando in ammollo, le noci ed mandorle iniziano  il loro naturale processo di germinazione che farà raddoppiare quasi il loro valore nutrizionale. 

E’ importante buttare via l’acqua dell’ammollo preventivo e sciacquare abbondantemente la frutta secca, prontaper essere mangiata così oppure impiegata in una ricetta come questa della ricotta.

per questa ricetta ho utilizzato:

 

(Visited 2.232 times, 1 visits today)

Fasi di lavorazione

1
Fatto
8 ore

fai l'ammollo preventivo alle mandorle

Metti a bagno le mandorle in acqua fresca e lasciale in frigo una notte. Poi risciacqua abbondantemente

2
Fatto

fai la ricotta di mandorle

Disponi nel bicchiere del frullatore a immersione tutti gli ingredienti. Aziona e riduci in un composto compatto e setoso. Eventualmente aggiungi un paio di cucchiai d'acqua fresca/latte di soya/canapa/latte di mandorle per avere una ricotta più morbida. Trasferisci in un contenitore chiuso ermeticamente o in una fuscella da formaggi freschi, riposando una mezz'ora rilascerà il liquido in eccesso proprio come la ricotta. Dura un paio di giorni in frigorifero.

SaraGiulia

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, usa il form sottostante per scrivere la tua recensione
precedente
Pasta biscotto savoiardo
successiva
Sali di sedano e carote
precedente
Pasta biscotto savoiardo
successiva
Sali di sedano e carote

2 Commenti Nascondi i commenti

Aggiungi commento

Translate »