Scones alle erbe aromatiche con scrumbled eggs
Una colazione ricca e saporita: scopri la ricetta!

0 0
Scones alle erbe aromatiche con scrumbled eggs

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredients

Adjust Servings:
per gli scones
200 g farina di grano saraceno no gs B AB, sostituisci con farina di quinoa
100 ml latte di mandorle
60 g margarina vegetale
4 g farina di psillium
2 uovo
15 g scalogno
1 cucchiaino erbe aromatiche miste
3 g bicarbonato
4 g cremortartaro
3 g sale fino
per le scrumbled eggs
4 uova
8 pomodorini ciliegia no gruppi A B
1 pizzico origano
qualche foglia basilico
una goccia olio evo
a piacere sale fino

Nutritional information

colazione
1 volta

Bookmark this recipe

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Features:
  • gruppo 0
  • gruppo A
  • gruppo AB
  • gruppo B
  • Perdi Peso
  • senza glutine
  • senza lattosio
  • senza semi
  • senza zucchero
Cuisine:

    Gli scones inglesi, sorta di piccoli muffins in versione salata, gustosi e facili da realizzare.

    • 40 minuti
    • Serves 4
    • Easy

    Ingredients

    • per gli scones

    • per le scrumbled eggs

    Directions

    Share

    Gli scones alle erbe aromatiche con scrumbled eggs sono una colazione sostanziosa e perfetta per il week-end. Se fa ancora freddo dove vivi, realizzali con farina di grano saraceno (no gs B AB), come ho fatto io, altrimenti con farina di quinoa o amaranto (no gs B) oppure di riso, o anche con farine di legumi secondo il tuo gruppo sanguigno.

    Gli scones sono tipici piccoli muffins (direi la parte superiore dei muffins) anglosassoni, serviti con alimenti salati e a volte dolci. Ottimi per la colazione, abbinandoli a quello che vuoi. L’impasto originale è lavorabile con il mattarello, poi si gonfia molto (dato il solito glutine). Noi facciamo un impasto più morbido, che poi disponiamo negli stampi per muffins o a cucchiaiate, direttamente sulla carta forno unta. Hanno superato alla grande il mio test sapore/consistenza…

    I gruppi B AB possono realizzare gli scones con farine di legumi o quinoa.

    Gli scones vengono dalla Scozia. Nacquero come skone, parola che ha le sue radici nell’olandese schoonbrot (letteralemnte “bel pane”). C’è, però, chi sostiene che prendano addirittura il nome dalla Pietra del Destino (Stone of destiny) dove i Re di Scozia venivano incoronati. Tuttavia il termine potrebbe derivare anche dal gaelico sgon, ossia gran boccone. La storia ufficiale vuole che nel 1500 gli scones fossero dei piccoli pani dalla cottura rapida. Anche oggi vengono anche chiamati British quick bread. Se nella ricetta compare dello zucchero diventano British quick cake. Lanciati nel primo Ottocento da una nobildonna inglese, la regina Vittoria poi ne fece una tradizione da servire con il the del pomeriggio.

    Di solito gli scones hanno forma tonda o triangolare (per noi difficile…). In origine il panetto degli skone veniva steso per dargli una forma rotonda, chiamata bannock. Il bannock veniva diviso in 4-6 spicchi dalla forma triangolare. Oggi spesso gli scones sono tondi. Tutto dipende dalla ricetta, dalla tradizione locale e dai gusti.

    Noi stiamo preparando la versione salata, con uovo, anche se la ricetta originale, neutra, prevede solo farina burro latte e lievito (o bicarbonato + cremortartaro).

    Negli scones la massa grassa è fondamentale, con l’olio non vengono! Ovvero viene una cosa stoppacciosa e asciutta all’interno. Realizza la margarina vegetale fatta in casa con questa facile ricetta.

    La farina di semi di psillium aiuta a non far sbriciolare gli scones e sostiene la lievitazione.

    fonti da un interessantissimo blog: http://machetiseimangiato.com/2015/03/scones-inglesi-ricetta-nigella/

    Li ho abbinati alle classiche uova strapazzate, per restare in tema. Gs A e B  preparale senza pomodori. Ho anche aggiunto semi di zucca (no gs B AB), sia per dare croccantezza, sia perchè rallentano l’assorbimento degli amidi.

    Amo molto la cucina anglosassone per quanto riguarda muffins, pan cakes, scones e dolci, solitamente croccanti .

    (Visited 1.687 times, 1 visits today)

    Steps

    1
    Done
    5 minuti

    prepara il composto degli scones

    Ammorbidisci la margarina a temperatura ambiente.Trita finemente lo scalogno con le erbe aromatiche. Mescola la farina di grano saraceno con il sale, il bicarbonato, il cremortaratro e lo psillio. Trasferisci le farine e lo scalogno con le erbe aromatiche nel robot da cucina, unisci le uova e il latte di mandorle e aziona, ottenendo un impasto abbastanza morbido.

    2
    Done
    12 minuti

    cuoci gli scones

    Disponilo a cucchiaiate sulla carta forno unta, oppure in piccoli stampi per muffins in silicone, come ho fatto io. Inforna a 175°C per circa 14 minuti. Devono essere gonfi e leggermente dorati. Fai la prova stecchino in ogni caso perché ogni forno è un piccolo mondo.

    3
    Done
    5 minuti

    prepara le scrumbled eggs

    Taglia i pomodorini a metà. Taglia il basilico julienne. Fai appassire per qualche minuto i pomodorini in un velo d'olio caldo, in padella antiaderente, con l'origano e regolando di sale. Aggiungi le uova e rompile con una spatola, unisci anche il basilico e un pizzico di sale. Gira vorticosamente con la spatola, per un paio di minuti. Le uova devono restare morbide. Servi con gli scones e insalatine e semi a piacere.

    SaraGiulia

    Recipe Reviews

    There are no reviews for this recipe yet, use a form below to write your review
    previous
    Biscotti arrotolati al burro di sesamo
    next
    Tortini di sedano rapa allo zenzero
    previous
    Biscotti arrotolati al burro di sesamo
    next
    Tortini di sedano rapa allo zenzero

    6 Comments Hide Comments

    difatti! di fianco all’ingredienti, quando ci sono varianti, c’è un pallino, se lo schiacci vedi che c’è scritto pomodori no A B. 🙂

    Buonissimi!! Sembrano proprio quel genere di cose burrose che, con questa dieta, pensavo di aver relegato alle eccezioni… e invece!! Grazie!!
    Vorrei anche chiederti una cosa: pur essendo lievitati bene, un poco si sono spaccati sopra… E’ normale? O posso adottare qualche accorgimento, tipo cuocerli a temperatura più bassa?

    Aumenta di 20 ml il latte di mandorle e cuoci a 175°C non faranno la crepa 🙂 i minuti di cottura possono variare, fai la prova stecchino.

    Add Your Comment

    Translate »