Sformato di cavolfiore alla siciliana
Dalla sicilia, un piatto dal sapore dolce e delicato: scopri la ricetta!

0 0
Sformato di cavolfiore alla siciliana

Condividi sul tuo social network:

Oppure puoi copiare e condividere questo indirizzo url

Ingredienti

Adjust Servings:
1 kg cavolfiore
100gr cipolla bianca
100gr farina di mandorle
40gr uvetta
40gr pinoli no gs B AB sostituisci con mandorle
4 uova
20gr olio evo
2 bustine zafferano
un pizzico pepe nero a mulino no A AB
a piacere sale fino
100gr pecorino semistagionato

Quante volte a settimana

pranzo
cena
1 volta al mese

Aggiungi questa ricetta ai preferiti

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Caratteristiche:
  • gruppo A
  • gruppo AB
  • gruppo B
  • senza glutine
  • senza semi

Uno sformato dai sapori siciliani tra il dolce e il salato. Ottimo per pranzo, anche da portare fuori casa.

  • 55 minuti
  • Porzioni 8
  • Facile

Ingredienti

Introduzione

Condividi

Lo sformato di cavolfiore alla siciliana è un ottimo piatto per i tuoi pranzi e cene e gite fuori porta. Puoi anche prepararlo e congelarlo porzionato, prima della cottura finale. Quando lo riporti a temperatura ambiente lo cuoci direttamente in forno.

Gli zuccheri sono sconsigliati alla cena, tuttavia l’esigua quantità di uvetta che mangeresti in una porzione non inciderà sostanzialmente sulla tua glicemia.

Praticamente la pasta on il cavolfiore alla siciliana tras…formata: la “pasta cche vruoccoli” senza pasta; sono rimasti i cavolfiori, l’uvetta, la cipolla… e il pecorino. L’avevo chiamata non-pizza, e  realizzandola mi sono resa conto che è uno sformato. Un modo gustoso e regionale di mangiare gli ortaggi, … e di farli mangiare ai più piccoli, solitamente restii alla verdura….Volutamente non ho voluto aggiungere neanche pseudo-cereali (tipo quinoa o grano saraceno), piuttosto frutta secca oleosa, che come oramai saprai, rallenta il metabolismo di amidi e zuccheri. Fai attenzione quando la sformi, è molto delicata e soffice e fai attenzione prima, a beccare la cottura aldente delle cimette di cavolo, altrimenti avrai un composto “spappolato” e insapore….

Attenzione: con una porzione di sformato di cavolfiore alla siciliana hai esaurito la dose di frutta secca consigliata quotidianamente dal dr Mozzi.

(Visited 744 times, 1 visits today)

Fasi di lavorazione

1
Fatto
15 minuti

prepara la base

Prepara il cavolfiore, togliendo le foglie e il ceppo centrale, tagliando le cimette con uno spelucchino. Sbollentale in acqua bollente salata, fino a quando sono cotte ma ancora croccanti. Scola le cimette e frullale grossolanamente. Taglia al velo la cipolla e falla appassire dolcemente in un velo d'olio caldo, unisci l'uvetta e i pinoli tostati. Unisci il cavolfiore tritato e lo zafferano stemperato in poca acqua calda; unisci alla fine la farina di mandorle. Fai insaporire il tutto e regola di sale e pepe. Trasferisci in una boule e fai raffreddare.

2
Fatto
5 minuti

finisci la base

Sbatti le uova con una forchetta e incorporale al composto di cavolfiore. Trasferisci il composto in uno stampo da 24 cm con carta forno unta con olio; livella bene con una spatola e spennella con olio la superficie.

3
Fatto
40 minuti crca

cuoci lo sformato

Cuoci 35 minuti circa a 180 °C, avendo cura che non annerisca sopra, in tal caso abbassa la temperatura. Estrai dal forno lo sformato , disponi sopra le scaglie di pecorino e rinforna qualche minuto, giusto il tempo di ammorbidirsi.

SaraGiulia

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, usa il form sottostante per scrivere la tua recensione
precedente
Non-pizza del cavolo
successiva
Quiche-crepe con ortaggi, legumi e salmone
precedente
Non-pizza del cavolo
successiva
Quiche-crepe con ortaggi, legumi e salmone

Aggiungi commento

Translate »