Speculoos
Squisiti e bellissimi: scopri la ricetta!

0 0
Speculoos

Condividi sul tuo social network:

Oppure puoi copiare e condividere questo indirizzo url

Ingredienti

Adjust Servings:
280 g farina di amaranto/quinoa/chufa
180 g farina di mandorle
150 g burro vegetale per dolci
80 g zucchero semolato fine
50 ml circa latte di mandorle
2 +1/2 cucchiai melassa di barbabietola
1 uovo
1 cucchiaino cannella in polvere no gruppi 0 B
1/2 cucchiaino cardamomo in polvere
1/2 cucchiaino zenzero in polvere
1 grosso pizzico noce moscata no gruppo 0
1 grosso pizzico chiodi di garofano polverizzati
1 pizzico pepe bianco no gruppi A AB
1 cucchiaino bicarbonato
4 g cremortartaro
4 g inulina da cicoria
1 pizzico sale fino

Quante volte a settimana

occasioni speciali

Aggiungi questa ricetta ai preferiti

You need to login or register to bookmark/favorite this content.

Caratteristiche:
  • gruppo 0
  • gruppo A
  • gruppo AB
  • gruppo B
  • senza glutine
  • senza lattosio
  • senza semi

Gli incantevoli, profumatissimi e golosi biscotti di Natale dei Paesi Bassi.

  • 45 minuti
  • Porzioni 8
  • Facile

Ingredienti

Introduzione

Condividi

Gli speculoos sono squisiti biscotti speziati con origini olandesi: si devono infatti ad un pasticciere di Hasselt, che nel XIV secolo era parte delle 17 province dei Paesi Bassi dei Duchi di Borgogna e oggi è il capoluogo della regione belga del Limbourg.

Il nome speculoos –  speculaas al di là del confine con i Paesi Bassi, spekulatius in Germania e Austria – potrebbe derivare dal latino speculum, specchio, e riferirsi al fatto che il disegno, spesso molto elaborato, dello stampo in legno in cui i biscotti prendono forma è riprodotto in maniera speculare sul bassorilievo che decora ogni biscotto.

Gli stampi in legno sono il grande fascino di questi biscotti, che si trovano ormai in ogni momento dell’anno, ma mai sono belli come nel periodo Natalizio, prima di San Nicola. E’ in questo periodo infatti che tutte le pasticcerie degne del loro nome rispolverano i grandi stampi in legno intagliati a mano che riproducono l’effigie del santo e confezionano biscotti di ogni dimensione, anche enormi, che si condividono, rompendone uno spigolo ciascuno. Durante il resto dell’anno gli speculooos hanno in genere forma rettangolare e dimensione da normale biscotto, senza troppe decorazioni.

stampi speculoos originali

L’impasto contiene un misto delle spezie (pepe bianco, cannella, noce moscata, chiodi di garofano, cardamomo e zenzero) che i mercanti olandesi portavano da Africa e India, ma niente uova né lievito, sostituito con il bicarbonato di sodio, né zucchero bianco, sostituito dalla cassonade, cristalli bruni grezzi e molto profumati che provengono dalla canna da zucchero.

Essendo le spezie molto costose, era frequente mangiare un biscotto tra due fette di pane, per farlo durare di più. Ora è a disposizione in qualsiasi supermercato non solo il barattolo delle spezie già mescolate, nei Paesi Bassi.

Se andate a Bruxelles, fate un salto alla pasticceria DANDOY, fornitrice dei Sovrani (non la sola) che produce Spectaculoos Speculoos nell’impresa familiare dal 1829 in Rue au Beurre (e dove altro, se no?), a 50 metri dalla Grand Place. Il negozio da solo vale la visita.

E veniamo a noi: alla scuoladicucinagrupposanguigno li abbiamo realizzati partendo da farina di amaranto (sostituibile con farina di quinoa), mescolata a farina di mandorle, e le spezie.  Per dare quel caratteristico sapore da zucchero ambrato degli speculoos, abbiamo utilizzato melassa di barbabietola mescolata con zucchero semolato. 

Ovviamente sono biscotti a base di burro, (decsamente non sotituibile con olio!!) e noi utilizziamo il nostro fedele burro vegetale per dolci:

Burro vegetale per dolci

Infine, per rendere l’impasto lavorabile abbiamo aggiunto inulina da cicoria e 1 uovo.

Gli stampi per gli speculoos, bellissimi, li abbiamo trovati online:

 

(Visited 875 times, 6 visits today)

Fasi di lavorazione

1
Fatto
5 minuti

prepara gli ingredienti

Scalda la melassa nel microonde o a bagnomaria, per renderla più fluida. Mescola con cura le farine (amaranto o quinoa o chufa e mandorle) con lo zucchero, le spezie, il bicarbonato, il sale e l'inulina.

2
Fatto
5 minuti + riposo

prepara l'impasto

Ora inserisci tutti gli ingredienti (tranne il latte di mandorle), nel robot da cucina e aziona. Aggiungi anche il latte di mandorle, poco per volta, fino ad ottenere un impasto liscio e compatto. Stendilo tra due fogli di carta forno ad altezza 2 cm e riponilo in frigo per almeno 2 ore (meglio tutta la notte).

3
Fatto
10 minuti + refrigerazione

confeziona gli speculoos

Riprendi l'impasto steso e appiattiscilo a 1 cm con il mattarello. Infarina gli appositi stampini e premili sull'impasto steso. Riquadra i biscotti e trasferiscili con una spatola di gomma su una teglia ricoperta con il foglio superiore della carta forno. Se non hai gli stampi speculoos usane altri a piacere. Riponi i biscotti di nuovo in frigo per almeno 20 minuti.

4
Fatto
18 minuti circa

cuoci

Cuoci gli speculoos a 170°C per circa 18 minuti, controllando che non scuriscano troppo. Falli raffreddare su una gratella. Come tutti gli impasti di frolle, sono più buoni il giorno dopo.

SaraGiulia

Recensioni della ricetta

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, usa il form sottostante per scrivere la tua recensione
precedente
Zelten trentino
successiva
Buccellato siciliano
precedente
Zelten trentino
successiva
Buccellato siciliano

Aggiungi commento

Translate »