Vignarola
il piatto simbolo della primavera contadina romana

0 0
Vignarola

Share it on your social network:

Or you can just copy and share this url

Ingredients

Adjust Servings:
700 g piselli freschi lordo
1,4 kg fave lordo
4 carciofi
200 g scarola riccia
1 cipollotto fresco
1 scalogno
1 ciuffo menta fresca
1 ciuffo maggiorana
300 g salsiccia/macinato di manzo o tacchino
versione vegan
200 g tofu alla piastra
50 ml vino bianco secco
10 ml circa brodo vegetale
qb olio evo
qb pepe nero a mulino sc. gs A
qb sale fino
Features:
  • Diabete
  • gruppo 0
  • gruppo A
  • Patologie Autoimmuni
  • Perdi Peso
  • senza frutta secca
  • senza glutine
  • senza lattosio
  • senza semi
  • senza uova
  • senza zucchero
  • Tiroide

Squisita e delicata, ricca di sapori e profumi, si prepara solo in aprile. Con versione vegan

  • 55 minuti
  • Serves 4
  • Easy

Ingredients

  • versione vegan

Directions

Share

La vignarola – anche chiamata vignarola alla romana – è il piatto primaverile per eccellenza poiché è cucinato con tutte le primizie di questa stagione. In questa ricetta, come al solito realizzata alla nostra scuola di cucina,  ti spieghiamo come come cucinarlo a casa conservando tutti i sapori e i profumi degli ortaggi.

L’origine del nome è controversa: la prima versione sostiene che derivi dal fatto che tutte le verdure utilizzate per comporre il piatto erano coltivate tra le vigne; una seconda ipotesi fa risalire i nome dai vignaroli ovvero coloro che vendevano frutta e verdura nei mercati romani; la terza versione fa risalire il nome alla preparazione che erano soliti mangiare i contadini durante il lavoro nelle vigne.

Qualunque sia l’origine del nome è certo che la vignarola sia di origine contadina. Questa delizia può essere servita sia come contorno sia come antipasto e, al tempo stesso, rappresenta un ottimo condimento per pasta e risotti, ma anche una golosa farcitura per torte salate con prodotti di stagione.

Omettendo la salsiccia di manzo o tacchino, con cui abbiamo sostituito il guanciale della ricetta originale, e utilzzando del tofu alla piastra,  la vignarola alla romana si trasforma in un piatto perfetto se sei vegetariana.

Se non riesci a recuperare la salsiccia di manzo o di tacchino, puoi fare in questo modo:

Condisci 300 g di macinato di tacchino o manzo con finocchietto, timo e rosmarino polverizzati, zenzero in polvere, qualche cucchiaio di vino bianco secco, 2 cucchiai di tamari  e 2 cucchai di olio veo. Trasferisci nel frigo e lascia marinare 24H. Poi confeziona delle palline di carne grandi come una noce. Sostituiranno i pezzi di salsiccia.

(Visited 816 times, 1 visits today)

Steps

1
Done
24H

prepara il macinato marinato (se non trovi la salsiccia)

Condisci 300 g di macinato di tacchino o manzo con finocchietto, timo e rosmarino polverizzati, zenzero in polvere, qualche cucchiaio di vino bianco secco, 2 cucchiai di tamari  e 2 cucchai di olio veo. Trasferisci nel frigo e lascia marinare 24H. Poi confeziona delle palline di carne grandi come una ncoe. Sostituiranno i pezzi di salsiccia.

2
Done
20 minuti

prepara gli ingredienti

Sgrana i piselli. Sgrana le fave, eliminando anche le pellicine interne. Mond e taglia i carciofi in 6 spicchi, tuffandoli subito, man mano che li lavori, in acqua e limone. Lava la scarola e tagliala molto grossolanamente. Taglia l velo il cipollotto e lo scalogno. Se usi il tofu piastrato, taglialo a cubetti.

3
Done
20 minuti

cuoci

In una padella wok, soffriggi lo scalogno e il cipollotto per 1 minuto. Successivamente aggiungi la salsiccia di manzo o tacchino a tocchetti. fai la stessa cosa se usi il tofu.
Sfuma con un po’ di vino bianco, lascia asciugare e sposta la salsiccia in una bacinella.

Ripulire con della carta assorbente la stessa padella wok, versare un cucchiaio di olio EVO e successivamente Nello stesso wok, sena pulirlo ovviamente, versa i carciofi ben scolati; sfuma con il restante vino bianco.
Lascia asciugare ed aggiungi il cipollotto. Lascia cuocere pochi minuti ed aggiungii piselli e, a seguire, le fave con un po’ di brodo vegetale.
A cottura quasi ultimata, ovvero 5 minuti prima della fine, rimetti la salsiccia nella padella con i carciofi e i legumi, e successivamente aggiungi la scarola con la menta e la maggiorana. fai cuocre ancora 3 minuti circa.
Rregola di sale e pepe sempre verso fine cottura. .

SaraGiulia

previous
Costolette di agnello panate
next
Buccateddi modicani
previous
Costolette di agnello panate
next
Buccateddi modicani

Add Your Comment

Translate »